Lara Gut-Behrami imprendibile nella prima manche in Austria, si conferma Bassino

E' andata in scena la prima manche nel gigante femminile bis di Coppa del mondo a Semmering, in Austria

SportFair

Imprendibile Lara Gut-Behrami al termine della prima manche nel gigante femminile bis di Coppa del mondo a Semmering, in Austria. La ticinese è stata semplicemente impressionante sulla “Panorama”, fermando il cronometro sotto al minuto con il tempo di 59″23, e con la sola Mikaela Shiffrin a cercare di rimanere attaccata a 22 centesimi. Una run avvincente con la statunitense che ha fatto il vuoto nella parte alta del tracciato – come nel primo gigante -, controllando di più nella parte finale dove invece la svizzera ha incantato, incrementando così il proprio vantaggio.

Marta Bassino non è stata certamente a guardare, firmando il terzo posto provvisorio. La 27enne piemontese ha terminato a 81 centesimi dalla leader elvetica, mostrandosi, però, ancora una volta solidissima, in un tracciato che certamente non ha esaltato le sue innate doti tecniche, per puntare nella seconda manche al quarto podio stagionale. Grande prova anche per Federica Brignone, quarta ex aequo con la svedese Sara Hector a 1″01: la campionessa valdostana ha pagato nuovamente una partenza di un paio di decimi più lenta delle avversarie, esaltandosi però lungo i tratti di scorrimento di un tracciato quasi più simile ad un superg.

Distacchi che si fanno sempre più importanti a partire dalla sesta posizione, occupata dall’austriaca Katharina Truppe a 1″39 e seguita dalla slovacca Petra Vhlova, settima a 1″42. Top ten completata dalla polacca Maryna Gasienca-Daniel a 1″60 ottava, dalla norvegese Maria Therese Tviberg nona a 1″78 e dall’altra austriaca Ricarda Haaser a 1″84.

Le parole delle azzurre:

Marta Bassino: “è ancora tutto aperto. E’ stata una manche molto particolare, perché era tutto aperto con pochissima curva. Adesso vedremo come tracceranno la seconda, ma l’idea è sempre quella di attaccare che è ancora tutta da giocarsela”. 

Federica Brignone: “di nuovo un distacco alto. Io e Marta siamo lì con le prime, però nonostante abbia lavorato sulla partenza dando una spinta in meno, non son stata veloce con la Shiffrin che dà tanto a tutte spingendo fortissimo. Ho preso qualche rimbalzo di troppo ma una manche solida, sto crescendo in confidenza e quindi sono abbastanza contenta in vista della seconda”.