Clima tesissimo: sfiorata la rissa nello spogliatoio del Belgio

Rissa sfiorata nello spogliatoio del Belgio: clima tesissimo tra Courtois e compagni ai Mondiali del Qatar, necessaria una riunione d'emergenza

SportFair

Terremoto in casa Belgio. Il team di Courtois non sta brillando ai Mondiali del Qatar 2022 e la qualificazione agli ottavi è ancora in bilico. Per questi motivi l’atmosfera nello spogliatoio non è delle migliori.

La tensione è alle stelle: secondo quanto riportato da L’Equipe, i giocatori e lo staff tecnico si sono incontrati d’urgenza nel loro luogo di concentrazione per dire le cose in faccia

Secondo il giornale, Romelu Lukaku era incaricato di mediare tra tutti loro e cercare di ricucire i rapporti rotti in squadra. Non è un compito facile. I media belgi ricordano che ci sono alcune tensioni nello spogliatoio che sembrano insormontabili, con una rissa sfiorata tra giocatori. Lo stesso Lukaku e Batshuayi non vanno d’accordo, non vanno d’accordo nemmeno Hazard e Trossard, nemmeno De Bruyne e Courtois, due delle superstar della squadra. Tutto questo ha portato a una tensione che va oltre lo spogliatoio e lascia scene come la discussione in campo tra De Bruyne e Alderweireld il giorno dell’esordio contro il Canada.

Alcuni giocatori come Hazard e De Bruyne sono arrivati ​​in pessime condizioni, altri come Courtois hanno preso troppo il centro della scena e questo ha generato perplessità, oltre al fatto che Lukaku non ha potuto giocare fino agli ultimi minuti del duello contro il Marocco a causa ad un infortunio prematuro. Troppa tensione per dare il meglio in campo.

Nel bel mezzo di una tempesta, Roberto Martínez cerca di far capire alla sua famiglia che non tutto è perduto. C’è una partita contro la Croazia davanti e, se vincerà, i belgi andranno agli ottavi. Sembra una missione complicata vista la pessima atmosfera che regna da quando è iniziata la concentrazione e sono iniziati i Mondiali.