Verstappen-Perez, Max ribadisce: “la questione non era il 6° posto”

Max Verstappen torna a parlare di quanto accaduto la settimana scorsa in Brasile: le parole dell'olandese sul suo aiuto negato a Perez

SportFair

E’ tutto pronto per un nuovo weekend di gara di Formula 1, l’ultimo atto della stagione 2022. Max Verstappen ha festeggiato il suo secondo titolo iridato consecutivo ormai diverse settimane fa, ma c’è ancora da definire il resto del podio Mondiale.

Lecler e Perez, infatti, si trovano a pari punti, col monegasco attualmente secondo per maggior numero di gare vinte e tutto si deciderà domenica ad Abu Dhabi.

E quanto accaduto in Brasile ha proprio a che fare con la lotta per il secondo posto. Il rifiuto di Max Verstappen a cedere la sua posizione al compagno di squadra Sergio Perez ha fatto molto discutere e se ne parla ancora molto. Anche oggi all’olandese sono state poste domande sulla sua scelta, anche se dopo la gara di Interlagos ha promesso che ad Abu Dhabi darà il suo aiuto.

Le parole di Verstappen

“La questione non era la 6° posizione, si trattava di qualcosa che era successo all’inizio della stagione. L’ho spiegato in Messico e il team ha capito. Poi ci è stato detto di scambiare le posizioni, ma avrebbero dovuto sapere che non l’avrei fatto da quello che avevo già detto loro”, ha dichiarato il campione del mondo di Formula 1. Verstappen ha poi parlato dell’aiuto che darà a Perez ad Abu Dhab: “ci sono cose che non sono andate bene in Brasile, alcune le abbiamo capite mentre per altre abbiamo giusto il tempo prima di tornare in pista. Il secondo posto di Perez? Sì, sono pronto ad aiutarlo e non vedo l’ora che ci sia questa battaglia“.