Perez e l’incidente di Monte-Carlo: la versione del messicano

Sergio Perez racconta la sua verità sull'incidente nelle qualifiche del Gp di Monte-Carlo: le parole del messicano alla vigilia del Gp di Abu Dhabi

SportFair

E’ tutto pronto ad Abu Dhabi per l’ultimo atto della stagione 2022 di Formula 1. Alla vigilia della gara di domenica a Yas Marina, si è parlato ancora molto di quanto accaduto domenica scorsa in Brasile, in particolar modo dei problemi in casa Red Bull.

Ad Interlagos Verstappen si è rifiutato di cedere la posizione al suo compagno di squadra, Perez e, dunque, di aiutarlo nella lotta per il secondo posto Mondiale. Tra i motivi che hanno spinto l’olandese c’è l’incidente di Perez nelle qualifiche del Gp di Monte-Carlo: secondo Verstappen, infatti, il messicano avrebbe causato volontariamente il crash.

La versione di Perez

Oggi Sergio Perez ha raccontato la sua versione dei fatti su quell’incidente: “non l’ho fatto di proposito. Avete tutte le informazioni e potete già andare a vederle. Ho rischiato di schiantarmi già alla curva 1, tutti commettono errori a Monaco, o in generale nelle qualifiche. Le voci riguardanti una mia ammissione a Chris Horner ed Helmut Marko di essere andato a muro volontariamente a Monaco sono solo speculazioni dei media. Come ho detto, siamo tutti consapevoli di ciò che accade all’interno del team e vogliamo che tutto rimanga all’interno della squadra. Stavo inseguendo il tempo sul giro, lo potete rivedere, e stavo dando il massimo perché era l’ultimo tentativo del Q3. Si sbaglia solo se sei al limite e cerchi il tempo“, queste le parole del messicano, anche se alcune analisi hanno fatto emergere qualche dubbio sulla non volontarietà dell’incidente.