Cori, striscioni e 600 persone: l’omaggio dei tifosi dell’Inter al funerale dell’ultras Boiocchi | FOTO

Tantissimi tifosi per l'ultimo saluto a Vittorio Boiocchi: l'ultras dell'Inter ucciso in un agguato

  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
  • funerali Boiocchi
    Foto di Matteo Corner / Ansa
/
SportFair

Si è svolto a Milano, nella chiesa San Materno a Figino, il funerale di Vittorio Boiocchi. Si tratta dell’ultras dell’Inter, ucciso in un agguato la sera dello scorso 29 ottobre. L’episodio si è verificato poco prima dell’inizio della partita del campionato di Serie A tra Inter e Sampdoria, la notizia ha sconvolto i tifosi durante il match e gli ultras hanno obbligato gli altri supporter a lasciare libera la Curva Nord.

Tantissimi i presenti ai funerali, oltre 600 tra cui molti tifosi di calcio, i membri della Curva Nord dell’Inter e altre tifoserie. Presenti anche striscioni firmati dagli ultras della Lazio, più le delegazioni delle curve di Milan e Varese.

Dolore per una delle figlie di Boiocchi: “è un dolore difficile da provare, il tuo debito con la giustizia lo avevi pagato. Magari avevi sbagliato ancora ma nessuno aveva il diritto di toglierti la vita. Niente più di quello che è successo può ferirci maggiormente. Avevi dei veri amici, dei fratelli, i tuoi ragazzi e la tua curva. Quando ne parlavi non capivo, oggi sì. Hai lasciato tanto a tutti. Seppure pochi, sono stati gli anni più belli”.