Leclerc chiede la posizione al Gp del Brasile: il retroscena su Sainz

Carlos Sainz era disposto a cedere la sua posizione al compagno di squadra Charles Leclerc: il retroscena Ferrari al Gp del Brasile di F1

SportFair

Il GP del Brasile di Formula 1, penultimo appuntamento della stagione 2022, ha regalato emozioni intense. La gara è stata pazzesca e non sono mancati i colpi di scena.

Il finale si è fatto bollente con Ferrari e Red Bull che hanno dovuto prendere importanti decisioni in ottica campionato. Il team di Milton Keynes aveva chiesto a Verstappen, 7°, di mantenere quella posizione, ma l’olandese ha risposto superando immediatamente il suo compagno di squadra. Sul finale, poi, la Red Bull ha chiesto al campione del mondo di cedere la posizione a Perez, ma Verstappen si è rifiutato, tagliando il traguardo prima del collega.

In casa Ferrari, invece, è stato Leclerc a chiedere al team che Sainz, terzo, gli cedesse la posizione. La squadra di Maranello, vista la vicinanza di Alonso, ha preferito non correre rischi.

Il retroscena

C’è però un retroscena, un dettaglio positivo che fa capire che in casa Ferrari non vi è alcun tipo di acredine, come invece sembra esserci in Red Bull. Carlos Sainz, infatti, era pronto e disposto a cedere la sua posizione, e quindi un podio certo, al suo compagno di squadra Leclerc, in lotta con Perez per il secondo posto nel campionato.

Carlos aveva accettato di cedere la posizione, ma la dinamica del finale di gara ci ha impedito di procedere allo scambio. Il primo motivo è stato l’under investigation in cui si trovava Carlos, il secondo la vicinanza a Leclerc di Alonso e Verstappen. L’insieme delle due cose ci ha costretto a desistere”, ha precisato Binotto.