L’Italia del basket ai Mondiali 2023! E’ la seconda volta consecutiva, non succedeva da 32 anni

L'Italia del basket vola ai Mondiali del 2023: successo contro la Georgia e finale di altissimo livello

SportFair

L’Italbasket riscatta la sconfitta all’overtime contro la Spagna, supera la Georgia e vola al Mondiale del 2023. La squadra di Pozzecco si è messa in mostra soprattutto nel finale, è stata protagonista di una grande rimonta. Gli azzurri si sono qualificati al Mondiale per la seconda volta consecutiva, non succedeva da 32 anni.

L’Italia ha avuto la meglio della Georgia, al termine di una partita molto equilibrata e che si è decisa nel finale: 84-85 il risultato. Nei secondi finali Pajola sbaglia i due tiri liberi a 6 secondi dalla fine, ma Shengelia non riesce a siglare il sorpasso. Gli arbitri vanno all’instant replay per visionare un fallo, il tempo era già scaduto. Può iniziare la festa, l’Italia è qualificata al Mondiale. I top-scorer sono stati Spissu e Tessitori con 15 punti, Georgia sconfitta con sei giocatori in doppia cifra. L’Italia sarà una delle 32 squadre che disputerà la FIBA World Cup 2023 dal 25 agosto al 10 settembre del prossimo anno.

Le dichiarazioni

Così il Presidente FIP Giovanni Petrucci: “dedico questa qualificazione al Vice Presidente Vicario della FIP Gaetano Laguardia. Ho seguito vicino a lui gli ultimi 5 minuti della gara e sono certo che sarebbe stato felicissimo per questo risultato. Anche stasera la squadra ha mostrato carattere e determinazione. Andiamo al Mondiale meritatamente. Complimenti al CT Pozzecco, a tutto lo staff e a tutti i ragazzi che si sono avvicendati in queste finestre. È una bella giornata per il nostro basket”.

Naturalmente soddisfatto il CT Gianmarco Pozzecco: “dedico la qualificazione al Mondiale al Presidente Petrucci, col quale ho condiviso molto in queste settimane. Ci sarebbero tante cose da dire ma la prima è senza dubbio un ringraziamento a tutti i ragazzi e allo staff. Abbiamo fatto un grande lavoro di squadra e anche questa sera abbiamo costruito una vittoria di spessore proponendo una difesa su Shengelia di alto livello. È stata una bella vittoria perché i ragazzi non hanno mollato mai dando ognuno il proprio massimo. Potrei citarli tutti, dal primo all’ultimo. Viviamo una magia dentro lo spogliatoio”.