“Infantino mi ha salvato dalla polizia, ma stasera…”, il post invasione di Mario Ferri

Mario Ferri ed il post invasione: il Falco racconta cosa è accaduto dopo il suo gesto di ieri, l'intervento di Infantino ed i piani per stasera

SportFair

Hanno fatto il giro del mondo le immagini dell’invasione di campo di Mario Ferri di ieri sera durante la sfida tra Portogallo e Uruguay ai Mondiali del Qatar 2022.

Il Falco ha fatto parlare di sè ancora una volta, mandando dei messaggi importanti col suo forte gesto. In tanti, però, si sono chiesti cosa gli sia accaduto dopo che è stato fermato dalle autorità. A raccontarlo è stato Ferri stesso, con delle Storie su Instagram.

Il racconto di Mario Ferri

Che dire, mamma che avventura, sono le cose per cui io vivo, l’adrenalina, mandare messaggi positivi, momenti unici e indimenticabili. Nei dettagli dopo non è successo quasi niente. Ho un video esclusivo che metterò dopo per farvi vedere come sono entrato, scavalcando sul tetto della panchina del Portogallo. Non è successo niente: la polizia mi ha preso, mi ha trattenuto un’ora, mi ha preso i documenti, poi è arrivato Infantino. Dopo l’arresto, la polizia mi ha trattato molto bene”, ha iniziato il Falco.

“Qui demonizzano questo popolo, ma sono molto gentili, mi hanno offerto il tè, la brioche, l’acqua e il caffè, nell’arco di un’ora, gentilissimi. Poi è arrivato un responsabile della sicurezza, importantissimo, tutto vestito di bianco, mi ha chiesto delle informazioni, dove avessi preso il biglietto ecc e poi il mio incontro con Infantino: arriva nella camera della polizia e mi dice “ma perchè lo hai fatto qua, lo potevi fare in Champions, in -Serie A, e poi perchè sempre tu?”, si ricordava di me. “Ma basta, sei pazzo! Complimenti per il messaggio ma non li puoi sfidare così, non so come aiutarti, ho una mezza idea”. Io gli ho detto “Presidente, intanto le chiedo scusa se ho creato problemi, ma era troppo improtante per me mandare questi messaggi” e poi gli dico “abbiamo giocato a guardie e ladri e un ladro ha vinto contro 20 mila guardie. Si è messo a ridere e mi ha detto “forse ho un’idea per aiutarti” e la sua idea ha funzionato, incredibile, un genio, infatti è lì che fa il presidente. Praticamente ecco cosa si è inventato: le autorità avevano chiesto alla FIFA consiglio su come trattarmi, ha fatto da filtro tra me e la polizia, mi ha aiutato sicuramente anche perchè sono italiano, ha parlato con lo sceicco, che avrebbe dovuto decidere sulla mia sorte. Gli ha proposto di non farmi niente, praticamente non mi hanno fatto niente, solo il divieto di andare a vedere le partite. Io non posso più vedere le partite dei mondiali, ma anche per quello c’è una soluzione, ho preparato una magia per stasera e se mi riesce entriamo nella storia. Ringrazio tutti per i messaggi che mi state mandando”, ha aggiunto, facendo intendere di avere un nuovo progetto diabolico per questa sera.

Poco dopo, con un sondaggio social, ha rivelato le sue intenzioni: “oggi provero ad entrare tra il pubblico di un’altra partita dei Mondiali camuffandomi da sceicco, ci riusciro?“.