Il riscatto azzurro! L’Italia ritrova la vittoria ai Mondiali di pallavolo femminile: Giappone ko in rimonta

Splendida vittoria delle azzurre del volley: Giappone sconfitto 3-1 ai Mondiali di pallavolo femminile, venerdì l'Argentina

SportFair

Nel Campionato del Mondo femminile 2022 la nazionale italiana si è prontamente riscattata e con una bella prova ha battuto il Giappone 3-1 (20-25, 25-20, 25-14, 25-15). A meno di 24 ore dal ko con il Brasile, le campionesse d’Europa hanno trovato la forza per reagire, superando di forza un’avversaria sempre insidiosa come la squadra asiatica.

Grazie alla vittoria le ragazze di Mazzanti si sono confermate al primo posto della Pool E (6V e 19p), guadagnandosi la grande possibilità di chiudere il discorso qualificazione ai quarti venerdì 7 ottobre con l’Argentina (ore 17.15, diretta Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena).

Con il Giappone Mazzanti ha inserito dall’inizio Sylla per Pietrini, confermando: Orro in palleggio, opposto Egonu, Bosetti in banda, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro. Il match si è messo subito in salita per le ragazze di Mazzanti, costrette a subire il ritmo delle giapponesi (11-14). L’attacco italiano è stato ben arginato dalla difesa avversaria e così la squadra nipponica ha tenuto in mano il pallino del gioco (15-19). Le azzurre non sono riuscite a incidere a muro, permettendo al Giappone d’imporsi (25-20).

Nella seconda frazione le asiatiche hanno tentato di ripetersi (5-8), ma le ragazze di Mazzanti hanno mostrato ben altra consistenza (9-9). De Gennaro ha guidato magistralmente la difesa azzurre e per le asiatiche è diventata durissima mettere a terra il pallone (12-9). Sylla ed Egonu hanno dato ancora più spinta all’Italia (17-14), mentre il Giappone ha sofferto ha sofferto anche il servizio di Chirichella e compagne (20-15). Le campionesse d’Europa non hanno mai abbassato la concentrazione, fino al definitivo (25-20).

La vittoria del set ha caricato le ragazze di Mazzanti, capaci al rientro in campo di piazzare un devastante (7-0). Le fasi successive hanno confermato la superiorità di Egonu e compagne, perfette in ogni fondamentale (14-6). Le campionesse d’Europa per tutta la frazione hanno mostrato una grandissima pallavolo (18-9) e le avversarie si sono dovute arrendere sotto i colpi di Sylla ed Egonu (5 e 9 punti), senza poter opporre alcuna resistenza (25-14).

L’ottimo momento dell’Italia è proseguito nella quarta frazione, l’equilibrio infatti è durato fin sul (8-7), poi le ragazze di Davide Mazzanti hanno cambiato marcia (11-7). La nazionale tricolore ha imposto di forza il proprio gioco e le nipponiche sono scivolate pesantemente indietro (15-8). Nel finale le asiatiche hanno tentato un timido tentativo di rimonta, ma la nazionale azzurra non ha fatto sconti e ha chiuso il match con un netto (25-15).