Aggressione al centro commerciale, la decisione di Carrefour: “rimossi tutti gli oggetti taglienti”

Dopo l'aggressione al centro commerciale di Assago, la comunicazione di Carrefour: saranno rimossi da tutti i punti vendita tutti gli oggetti taglienti

SportFair

Serata da dimenticare, quella di ieri, a Milano. Al Centro Commerciale di Assago, infatti, si è registrata una drammatica aggressione. Un uomo di 46 anni ha preso un coltello dagli scaffali del Carrefour e ha iniziato ad aggredire le persone attorno a lui.

Una delle persone aggredite, il cassiere Luis Fernando Ruggieri, è morta per le ferite riportate, mentre altre 5 persone sono rimaste ferite. Tra queste anche il difensore del Monza Pablo Marì.

La decisione di Carrefour

Carrefour ha deciso che nella giornata di oggi il punto vendita in cui si è registrata l’aggressione sarà chiuso per lutto, “in segno di rispetto per il dipendente Luis Fernando Ruggieri, deceduto a seguito dell’aggressione, per i suoi familiari e per tutti gli altri feriti coinvolti nell’accaduto” come si legge in un comunicato del gruppo.

Carrefour ha comunicato anche che i dipendenti che ieri hanno assistito all’aggressione avranno a disposizione supporto psicologico.

Infine il gruppo ha reso noto che “tutti gli oggetti taglienti sono stati rimossi da tutti i punti vendita“, per evitare il rischio emulazione.

Condividi