Lo sfogo di Leclerc per la mancata ripartenza, il team radio: “è una grande presa in giro”

La furia di Leclerc durante gli ultimi giri del GP d'Italia: la gara si è conclusa dietro la safety car

SportFair

Il gran premio d’Italia di Formula 1 a Monza si è concluso con il trionfo di Max Verstappen, l’olandese si avvicina sempre di più alla vittoria del titolo e già nel prossimo appuntamento potrebbe festeggiare. La gara ha comunque regalato emozioni e la griglia di partenza è stata completamente stravolta dalle penalità. In partenza Leclerc è riuscito a confermare la prima posizione, Verstappen è stato autore di un grande avvio.

Il passo dell’olandese è stato impressionante e dopo i pit-stop si è ritrovato in testa alla gara. Il finale ha regalato colpi di scena. L’ingresso della safety car ha ricompattato il gruppo, le operazioni per rimuovere l’auto di Ricciardo sono state difficili. La gara è finita dietro la safety car e la delusione per Leclerc è stata enorme. Il monegasco si è sfogato in un team radio.

Leclerc: “l’Alfa Romeo e l’AlphaTauri devono superare Max”.
Xavier Marcos (ingegnere di pista di Leclerc): “lo stiamo chiedendo alla Direzione Gara”. 
Leclerc: “dai che la pista ora è sicura”. 
Xavier Marcos: “ricevuto”. 
Xavier Marcos: “la gara terminerà dietro alla Safety Car”. 
Leclerc: “ma dai, è una scherzo, una str***ata, la pista è sicura”. 
Xavier Marcos: “la Safety prenderà la via dei box, ma non si può superare”. 
Leclerc: “che presa in giro, che grande presa in giro, dai, siamo la F1”.