Juventus, la situazione del CdA: la posizione di Allegri, il taglio degli ingaggi e chi rischia

La situazione in casa Juventus per il CdA: dalla condizione dal punto di vista economico alla posizione di Allegri

SportFair

Sono ore caldissime in casa Juventus, è stato programmato il CdA per fare il punto della situazione per il presente e il futuro. Il club bianconero è in grande difficoltà dal punto di vista sportivo e anche economico, la stagione non è di certo iniziata nel migliore dei modi. Il rendimento in campo è stato assolutamente negativo, in campionato ha conquistato appena 10 punti in sei giornate e in Champions League la qualificazione agli ottavi è appesa ad un filo dopo le prime due sconfitte contro Psg e Benfica.

Il punto più basso è stato raggiunto con la sconfitta contro il Monza, la gara si è conclusa sul risultato di 1-0 ed è stata condizionata dall’espulsione di Di Maria nel primo tempo. In 7 giornate la Juventus ha vinto appena due volte, una media nemmeno da qualificazione in Champions League. Nel mirino è finito anche e soprattutto Massimiliano Allegri.

La posizione di Allegri

Massimiliano Allegri è considerato uno dei principali responsabili del disastro Juventus. La squadra non gioca bene ormai da due anni e deve aggrapparsi alle individualità per vincere le partite. E’ spaccatura all’interno della dirigenza sulla decisione da prendere su Allegri: da una parte Nedved che continua a spingere per l’esonero, dall’altra Agnelli e Arrivabene che hanno ancora fiducia nel tecnico. La decisione è stata quella di continuare con Allegri in panchina. Non si tratta di una scelta definitiva, la panchina del livornese infatti traballa. Allegri si giocherà la conferma nelle prossime partite, non saranno concessi passi falsi nelle gare contro Bologna, Maccabi Haifa e Milan.

Il taglio degli ingaggi

La situazione in casa Juventus è delicata anche dal punto di vista economico, pesano tantissimo gli ingaggi di una parte della rosa. Il bilancio della stagione 2021/2022 sarà chiuso con un rosso importante, l’obiettivo è quello di ridurre i costi ed evitare spiacevoli sorprese. E’ stato deciso il taglio dei contratti onerosi e a farne le spese potrebbero essere alcuni calciatori importanti. I candidati principali a lasciare la Juventus nella prossima stagione sono: Rabiot, Alex Sandro, Cuadrado Kean. In scadenza di contratto nel 2024 Bonucci e Rugani, la difesa dovrebbe essere il reparto rivoluzionato.