Pubblicato il calendario 2023 della Formula 1: un Mondiale con 24 gare per la prima volta nella storia

Confermati i due GP italiani e l'ingresso di Las Vegas: ufficializzato il calendario della stagion 2023 di Formula 1

SportFair

La FIA ha comunicato questo pomeriggio, con una nota stampa, il calendario del Mondiale 2023 di Formula 1. La prossima stagione inizierà il 5 marzo in Bahrain, per concludersi ad Abu Dhabi il 26 novembre.

E’ ufficiale l’ingresso di Las Vegas, così come anche le conferme di Imola e Monza, per un calendario che vanta ben 24 appuntamenti, per la prima volta nella storia.

La not della FIA

Il calendario 2023 del Campionato del Mondo di Formula 1 FIA è stato approvato tramite e-vote dai membri del World Motor Sport Council.

Il calendario della Formula 1 prevede 24 eventi, con l’aggiunta del Gran Premio di Las Vegas come penultimo round della campagna. Sarà il terzo evento negli Stati Uniti che si unirà alle gare di Miami e Austin.

Il Gran Premio del Bahrain aprirà il Campionato del Mondo 2023 il 5 marzo, mentre il Gran Premio di Monaco, il 28 maggio, resta in programma. Il Gran Premio di Abu Dhabi avrà il suo solito posto nel finale di stagione il 26 novembre. Il Gran Premio del Qatar, l’8 ottobre, torna dopo un anno di assenza.

Il calendario 2023 di F1 eviterà uno scontro con la 24 Ore di Le Mans come parte degli sforzi dei membri WMSC per ottimizzare tutti i calendari delle gare del campionato del mondo.

Il presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem ha dichiarato: “la presenza di 24 gare nel calendario del Campionato mondiale di Formula 1 FIA 2023 è un’ulteriore prova della crescita e del fascino di questo sport su scala globale. L’aggiunta di nuove sedi e il mantenimento degli eventi tradizionali sottolinea la solida gestione dello sport da parte della FIA. Sono lieto che nel 2023 saremo in grado di portare la nuova era di corse emozionanti della Formula 1, creata dai Regolamenti FIA 2022, a una più ampia base di fan. Nel definire il calendario F1 2023, i membri WMSC sono stati anche consapevoli del tempismo di la prestigiosa 24 Ore di Le Mans”.