Tre medaglie brillanti per l’Italia al Roma: gli azzurri della staffetta d’oro, Scalia d’argento e Pizzini di bronzo

Una giornata brillante agli Europei di nuoto di Roma 2022: un oro, un argento e un bronzo per l'Italia

SportFair

Si è conclusa con tre medaglie, la giornata di sfide di oggi agli Europei di nuoto di Roma 2022. Ad aprire le danze è stata un’ottima Silvia Scalia, che conferma il suo buono stato di forma e la costante crescita, mettendosi al collo uno splendido argento nei 50 dorso.

La 27enne di Lecco nuota la seconda prestazione personale di sempre in 27”53, dietro solamente al record italiano di 27”39 siglato in semifinale, quando ha abbassato il 27”65 stampato ai Mondiali di Budapest. Per l’Italia si tratta della terza medaglia nella specialità (0-1-1), che mancava dal secondo posto di Arianna Barbieri a Debrecen 2012. Davanti alla lombarda c’è la francese Analia Pigree in 27”27, alle spalle l’olandese Maaike De Waard in 27”54.

La giornata è proseguita con un bellissimo bronzo, quello di Luca Pizzini nei 200 rana. A 33 anni l’azzurro ha conquistato oggi il suo terzo bronzo europeo nella distanza, diventando il primo italiano a vincere tre medaglie nella stessa disciplina.

A chiudere in bellezza sono stati i ragazzi della staffetta 4×100 stile libero maschile: gli azzurri vincono la medaglia d’oro, sbaragliando la concorrenza. Miressi, Ceccon, Zazzeri e Frigo riportano l’Italia sul gradino più alto del podio dopo 16 anni, lasciandosi alle spalle Ungheria e Gran Bretagna.