Ralf Schumacher condanna la Ferrari: “sta regalando il Mondiale, Binotto rischia il licenziamento”

Ralf Schumacher analizza il campionato di Formula 1 e la situazione delicata in casa Ferrari

SportFair

L’esito dell’ultimo gran premio di Formula 1 in Ungheria rischia di tagliare fuori la Ferrari dalla corsa al titolo Mondiale. E’ andata in scena l’ennesima delusione per la Rossa, la monoposto è molto competitiva ma nelle ultime gare si sono verificati episodi negativi. Sono stati commessi tanti errori soprattutto di strategia. La decisione di montare le gomme dure nell’ultima gara è stata sicuramente sbagliata, le prestazioni di Leclerc sono crollate e il monegasco ha chiuso con un deludente sesto posto.

Tutti in casa Ferrari sono finiti sotto processo, in particolar modo Mattia Binotto. La situazione è stata analizzata ai microfoni di Sky Deutschland da Ralf Schumacher. “Non credo che in Red Bull si aspettassero un simile aiuto dalla Ferrari. Vedo una rimonta molto improbabile, soprattutto perché la scuderia di Maranello si sta autodistruggendo tra pit-stop sbagliati e strategie. La domenica del GP d’Ungheria è stata molto amara per la Rossa”. 

Su Binotto: “quando sei in grado di lottare per il Mondiale con la Ferrari e getti via questa possibilità con tanta superficialità, diventa difficile. Lo vedo a rischio nella pausa estiva. Ci sono troppe cose che sono andate storte e troppi problemi tecnici”.