Michael Masi, firmato un accordo di riservatezza con la FIA: non potrà più parlare del caos di Abu Dhabi

Il disastro di Abu Dhabi nel dimenticatoio? Michael Masi non potrà più parlarne, firmato un accordo con la FIA

SportFair

Il finale di stagione 2021 di Formula 1 ha fatto molto discutere ed è ancora argomento di dibattito. Le scelte di Michael Masi non sono piaciute a molti, ma adesso è arrivato il momento di non parlarne più, almeno per il diretto interessato.

L’ex direttore di gara di Formula 1, licenziato dall’incarico a febbraio, ha infatti firmato un accordo di non divulgazione con la FIA, che gli impedisce di parlare ancora del pasticcio di Abu Dhabi.

L’australiano 44 enne  ha permesso a cinque vetture di sbloccarsi dopo la safety car permettendo così a Max Verstappen, con gomme fresche, di superare Lewis Hamilton all’ultimo giro e conquistare il suo primo titolo mondiale. Il suo “errore umano” ha comportato la modifica delle regole per la stagione 2022 e i team principal ora non sono autorizzati a parlare con il nuovo team di direttori di gara durante il Gran Premio di F1.

Di Rita Caridi

Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015