Koulibaly risponde a De Laurentiis: “rispetto per gli africani, a Napoli non la pensano come lui”

Il difensore Kalidou Koulibaly ha risposto al presidente De Laurentiis: l'argomento caldo è stato quello dei calciatori africani

SportFair

Le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis hanno fatto rumore. Il presidente del Napoli ha affrontato l’argomento della partenza dei calciatori per la Coppa d’Africa nella fase decisiva della stagione per le squadre di club: “basta africani, oppure che rinuncino a giocare la Coppa d’Africa. Io non ne comprerò più per questo motivo. Noi paghiamo gli stipendi per mandarli in giro a giocare per il mondo nel bel mezzo del campionato”. Le dichiarazioni non sono andate giù a Kalidou Koulibaly, il nuovo calciatore del Chelsea ha risposto per le rime.

“Per me la cosa più importante è rispettare tutti. Quando giocavo a Napoli, rappresentavo anche il Senegal. Vero che è stata dura quando siamo andati in Coppa d’Africa, ma serve rispetto anche per le Nazionali africane. Come capitano del Senegal, penso non sia giusto parlare così di una nazionale africana. Rispetto quello che pensa, se crede che la squadra possa giocare senza africani è un suo diritto. Ma sono sicuro che al Napoli ci sono tante persone che non la pensano come lui. Prendo queste parole come quello che pensa lui, non come quello che pensa la città o la società”.