L’Italia è una superpotenza agli Europei di nuoto: spettacolare oro della staffetta 4×100 mista maschile e record dei campionati

L'italia chiude in bellezza la giornata agli Europei di nuoto a Roma: oro fantastico nella 4×100 mista

SportFair

L’Italia ha chiuso con il botto la giornata degli Europei di nuoto, gli azzurri sono stati protagonisti di una gara clamorosa nella 4x100m Misti. Prestazione pazzesca Ceccon, Martinenghi, Rivolta, Miressi, le altre nazionali devono arrendersi. E’ stato un dominio assoluto nella staffetta 4×100 mista, è stato conquistato il record dei campionati con 3’28″46, argento alla Francia con 3’32″50, bronzo all’Austria con 3’33″28.

“4 x 100 battiti al minuto” come scrive un gruppo di supporters durante la cerimonia di premiazione della staffetta 4×100 mista maschile, con Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Matteo Rivolta e Alessandro Miressi che “saltano” sul gradino più alto del podio e conquistano la medaglia numero 35 dell’Italnuoto agli Europei di Roma e la tredicesima d’oro. Altre 13 d’argento e 9 di bronzo completano il conto. Gli azzurri regalano emozioni fino all’ultimo. La giornata conclusiva degli Europei di Roma di nuoto, insieme al successo dei quattro moschettieri che stabiliscono anche il record della manifestazione, vede la vittoria individuale di Thomas Ceccon nei 100 dorso, i secondi posti di Leonardo De Plano nei 50 stile libero, Benedetta Pilato nei 50 rana, Simona Quadarella dei 400 stile libero e Alberto Razzo Razzetti nei 200 misti e il bronzo di Ilaria Cusinato nei 200 farfalla. Si contano altri due primati personali per un complessivo di 24. I record italiani assoluti sono stati cinque in sette giorni, più un record mondiale junior e un record nazionale cadetti. L’Italia trionfa nella classifica per Nazioni con 1190 punti, seguita da Francia con 641 e Gran Bretagna 622.

Nella gara femminile l’Italia ha sfiorato il podio, ma si è dovuta accontentare del quarto posto. Oro per la Svezia con 3’55″25, argento per la Francia con 3’56″36, bronzo per l’Olanda con 3’57″012, quarta Italia in 3’57″23. Niente da fare per Panziera, Pilato, Bianchi e Di Pietro.