Irving, un futuro lontano dall’NBA? “Sarò nei campionati di tutto il mondo”

Kyrie Irving ed il suo futuro lontano dall'NBA: le intenzione della star dei Brooklyn Nets

SportFair

Kyrie Irving è uno dei cestisti NBA più particolari e stravaganti. La star della pallacanestro statunitense è finita sotto i riflettori negli ultimi tempi per la sua posizione sul vaccino anti-Covid e adesso fa disutere per le sue affermazioni sul suo futuro.

Il playmaker americano ha lasciato una curiosa riflessione sul suo account Twitter, in risposta a un utente che gli ha chiesto se doveva “fare il pieno di benzina” per la prossima stagione, sottintendendo che gli anni potrebbero iniziare a farsi vedere nella sua performance.

Irving ha specificato di non aver bisogno di ricaricare le energie: “giocherò la mia 12ª stagione, nel miglior campionato del mondo e sto solo migliorando. Quando avrò 38 anni e avrò tempo per riflettere veramente sulla mia carriera, lo farò, ma fino ad allora mi godrò ogni momento“.

Subito dopo Irving ha aggiunto di non voler finire la sua carriera in NBA: “e no, non smetterò di giocare a basket a 38 anni. Sarò nei campionati di tutto il mondo, giocando e insegnando ai giovani tutto ciò che mi hanno insegnato“.

Di Rita Caridi

Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015