Dal lavoro alla fabbrica di confezionamento del pesce all’ultimatum di mamma Karina, Jonas Vingegaard è il nuovo Re di Francia: e pensare che voleva abbandonare la bici

Vingegaard è il nuovo Re di Francia: detronizzato Pogacar! E pensare che il danese voleva abbandonare il ciclismo

SportFair

Vingegaard ha blindato la vittoria della classifica generale del Tour de France due giorni fa, con un fantastico successo sulla salita dell’Hautacam, sconfiggendo così Tadej Pogacar, che sembrava il favorito numero 1 e imbattibile.

Il ciclista danese della Jumbo Visma ha avuto uno splendido exploit nelle ultime due stagioni, e la sua carriera raggiungerà il culmine con l’incoronazione di ‘re di Francia’ che avverrà domani a Parigi.

Non tutti sanno che, però, il futuro di Vingegaard, fino a pochi anni fa era incerto: i più curiosi hanno cercato le radici del ciclista danese e hanno trovato un video del 2017 nel quale il corridore lavorava in un impianto di confezionamento del pesce e si allenava per essere professionista poichè non era riuscito a guadagnare abbastanza con le corse.

La televisione danese TV2 è andata più a fondo, fino a scoprire come è nata la passione per la bici per Vingegaard, intervistando i genitori Claus e Karina.

“Quando ha gareggiato da bambino non ha mai vinto nulla. Se è stato fortunato, è stato uno dei tre ciclisti ad ottenere punti premio. Non saliva sul podio fino ad ora. È un po’ selvaggio”, ha spiegato il papà.

Karina ha poi raccontato di quando ha dato un ultimatum al figlio, nel 2012 “due mesi prima che iniziasse alla scuola sportiva di Ikast, mi disse che non voleva continuare ad andare in bicicletta. E quella volta gli dissi: “Dovresti farlo, a meno che tu non voglia restare a casa a studiare la decima elementare alla scuola elementare locale”. Lo lasciavamo andare alla scuola di sport ma doveva andarci sempre in bicicletta anche se non gareggiava e se non si sentiva bene doveva lasciarla. Quindi tutto è cambiato per lui durante quell’anno. Ha iniziato a risalire in sella ed è andata meglio, poi non si è più fermato“.

Un ultimatum che ha avuto un risvolto più che positivo: Vingegaard, infatti, diventa adesso il secondo danese a conquistare il Tour de France dopo Bjarne Riis nel 1996.

Di Rita Caridi

Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015