Dal rifugio in metropolitana al titolo di campionesse del Mondo: il viaggio delle giovani ucraine del sincro, un successo che parla anche italiano

La Nazionale ucraina di nuoto sincronizzato si mette al collo un fantastico oro dopo un viaggio della sopravvivenza difficile e doloroso

SportFair

Sono in corso a Budapest i Mondiali di nuoto 2022. Una rassegna iridata che sta regalando gioie ed intense emozioni, al mondo intero, sin dai primi giorni. Se l’Italia è in festa per i tre storici ori conquistati ieri, il mondo intero celebra anche l’Ucraina, che ha vinto la gara di combinato.

Un risultato che fa emozionare davvero tutti, considerando cosa hanno vissuto negli ultimi mesi le giovani atlete ucraine: lo scorso 24 febbraio per loro era una normale giornata di studio e piscina, nella città di Kharkov, quando sono iniziati gli attacchi russi e si sono dovute rifugiare in un bunker improvvisato in metropolitana.

Adesso, appena 116 giorni dopo quel terribile giorno e quell’incubo, le ucraine hanno conquistato un oro da favola, dopo l’argento nel duo tecnico. Con un punteggio di 95.0033, hanno preceduto il Giappone (93.5667) e l’Italia (92.0333). Maryna Aleksiiva è stata uno dei membri della squadra che ha sperimentato la paura in quegli attacchi di febbraio.

“Un giovane biatleta che conoscevo e uno studente della mia scuola sono morti. La città era a pezzi. Mi fa male guardare quello che hanno fatto alla mia città, è stata distrutta”, ha dichiarato la 21enne.

La Nazionale di nuoto sincronizzato ucraina dopo gli attacchi della Russia al loro paese, ha iniziato un viaggio di sopravvivenza per trovare rifugio in un altro paese: dopo essersi spostate, in un viaggio durato giorni, in pullman da Kharkov a Leopoli, sono arrivate prima a Budapest, dove hanno soggiornato alcuni giorni e poi ad Ostia, lo scorso 8 marzo, dove sono state accolte e ospitate dalla federazione italiana.

Dietro al loro sorriso, per l’oro conquistato ai Mondiali, si nasconde ancora uno sguardo triste: il loro cuore, infatti, è ancora in terra ucraina, dove hanno lasciato parenti e amici. Questo oro Mondiale è tutto per loro.