La Ducati ritrova la vittoria ad Assen dopo 12 anni, Bagnaia pazzesco! Primo podio in MotoGP per Bezzecchi

Doppietta italiana e doppietta Ducati ad Assen: Bagnaia ritrova la vittoria al Gp d'Olanda

SportFair

Il GP d’Olanda di MotoGP non ha tradito le aspettative. La gara della categoria regina, così come anche quelle di Moto2 e Moto3, ha regalato spettacolo puro, tra colpi di scena, errori, cadute e battaglie.

Pecco Bagnaia, partito dalla pole position, è stato autore di un’ottima partenza che, grazie ad un errore di Fabio Quartararo, gli ha permesso di creare subito un discreto gap e stare davanti in solitaria. Il francese della Yamaha, dopo l’errore al via, è stato autore di un altro errore, costato carissimo a lui e ad Aleix Espargaro: il leader del Mondiale è caduto e ha colpito lo spagnolo dell’Aprilia.

Entrambi i piloti hanno continuato la loro gara, Espargaro ripartendo per una rimonta dal 15° posto, mentre Quartararo dalla 24ª posizione. Il francese, dopo pochi giri dalla caduta, è tornato ai box lamentando dei problemi alla sua Yamaha, ma il team gli ha chiesto di rientare in pista a caccia di qualche punticino. Poco dopo, però, Fabio è stato protagonista di un terribile highside, che ha messo definitivamente fine alla sua gara.

Il Gp d’Olanda ha regalato emozioni pure, poi, nei giri finali, con delle belle bagarre: Bagnaia ha guidato in solitaria verso una vittoria ormai certa, mentre Aleix Espargaro è stato autore di una rimonta da favola.

Lo spagnolo, infatti, è riuscito a chiudere al quarto posto. La festa, ad Assen, è tutta Ducati: Pecco Bagnaia, infatti, è stato il primo a tagliare il traguardo del circuito olandese, spazzando via tutti gli incubi dopo diverse gare complicate e ritrovando la vittoria.

Alle spalle di Bagnaia un fantastico Bezzecchi, alla guida della Ducati del team VR46. Chiude il podio un buon Vinales.

Le parole dei top-3

Bagnaia: “è stata molto molto lunga. La prima volta che ho guardato quanti giri mancavano erano ancora 24. Sono molto felice dopo due gare molto complicate, nelle quali eravamo sempre competitivi ma non avevamo portato a casa risultati. Non è stato semplice, aveva cominciato a piovere a metà gara e mi sono preso uno spavento, ma vincere qui vuol dire che siamo molto forti“.

Bezzecchi: “onestamente non ho davvero parole, è fantastico aver reso questa gara possibile, abbiamo lavorato molto bene e il team ha fatto qualcosa di incredibile. Questo risultato è tutto per loro, per la mia famiglia, la mia ragazza, i miei amici. Ora posso andare in vacanza felice“.

Vinales: “sembra che il duro lavoro che abbiamo fatto ultimamente sta dando i suoi frutti, è stata una gara dura, ho spinto ogni giro al massimo perchè dovevo rimontare da molto dietro, la moto è andata benissimo. Voglio ringraziare la mia bellissima famiglia, non vedo l’ora di andare a Silverstone per spingere ancora“.

Di Rita Caridi

Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015