Razali sorprendente su Rossi e Dovizioso: “Andrea come Valentino! Vogliono essere anche ingegneri e dimenticano di essere piloti”

Razali non risparmia Andrea Dovizioso e Valentino Rossi: le parole del team principal del team WithU RNF Yamaha alla vigilia del Gp di Francia

SportFair

E’ tutto pronto a Le Mans per il Gp di Francia di MotoGP. I piloti delle due ruote tornano protagonisti per un nuovo appuntamento della stagione 2022.

In attesa di un annuncio ufficiale della Suzuki sul suo addio al Motomondiale a fine anno, fanno discutere le parole di Razali. Il team principal del team WithU RNF Yamaha ha rilasciato un’intervista a GPOne, ripresa poi da altri giornali, nella quale non ha risparmiato Andrea Dovizioso: “a essere onesto, non mi aspettavo che faticasse così tanto considerando che l’anno scorso ha fatto 5 gare e i test. Pensavamo che con la sua esperienza avrebbe saputo come adattarsi alla M1. Credo che debba fare un passo indietro, non essere troppo analitico e semplicemente guidare la moto, cercando di ottenere il massimo al posto di pensare a quello che non funziona. La moto è quella. Trovo delle somiglianze tra lui e Valentino lo scorso anno, entrambi non vogliono solo essere dei piloti ma anche degli ingegneri e si dimenticano di essere piloti e di guidare la moto così com’è. La filosofia di avere dei giovani è giusta perché non hanno riferimenti e guidano semplicemente, è la differenza tra un debuttante e un pilota con grande esperienza. Vale e Dovi sono molto analitici, molto sensibili, ma dimenticano di guidare la moto“.