La Coppa Italia è dell’Inter, la Juventus chiude con un’altra delusione: spettacolo e continui ribaltoni, le pagelle di SportFair

Juventus-Inter, le pagelle di SportFair: grandissimo spettacolo nella finale di Coppa Italia, emozioni nel secondo tempo

SportFair

Una bella partita, di grande intensità, con gol e tante emozioni che si è decisa ai tempi supplementari. E’ finita la finale di Coppa Italia, tantissime occasioni nella partita Juventus-Inter. Il trofeo è nerazzurro, la stagione dei bianconeri si è conclusa con un’altra delusione. La squadra di Simone Inzaghi alza un trofeo importante, in attesa delle ultime due giornate del campionato di Serie A. Spettacolo prima del match con l’inno cantato da Arisa e la coreografia dei nerazzurri. Allegri si schiera con Vlahovic, Dybala e Bernardeschi, il tecnico Inzaghi risponde con Lautaro Martinez e Dzeko. Partenza sprint dei nerazzurri che passano in vantaggio con un grande gol di Barella. Si fa male Danilo e la Juventus si gioca la carta Morata. Lo spagnolo cambia la partita: è sua la deviazione sul tiro di Alex Sandro, poi lancia il contropiede per il 2-1 di Vlahovic. All’80’ un rigore dubbio concesso ai nerazzurri e testa a testa Allegri-Farris, l’ex Milan Calhanoglu pareggia. Si va ai supplementari. Un altro rigore che Perisic trasforma, sempre il croato chiude i conti con un grandissimo tiro. Finisce 2-4. La Coppa Italia è dell’Inter.

Juventus-Inter, le pagelle di SportFair

JUVENTUS (4-2-3-1):

Perin voto 5.5: non vede nemmeno partire il tiro di Barella, è più reattivo nella ripresa. Ai tempi supplementari l’Inter trova altri due gol.

Danilo voto 6: ancora condizionato dagli infortuni, costretto a lasciare il campo.

De Ligt voto 4.5: bene per 80 minuti, poi condanna la Juventus con due interventi in area di rigore.

Chiellini voto 6.5: per favore, non smettere. Juventus in difficoltà dopo la sua sostituzione.

Alex Sandro voto 6: protagonista del tiro decisivo (deviato da Morata) che permette alla Juventus di pareggiare (1-1).

Rabiot voto 6: partita solida dal punto di vista qualitativo e quantitatico.

Zakaria voto 5.5: muscoli e tanta sostanza a disposizione di Allegri, ma la qualità ancora non c’è.

Cuadrado voto 5.5: non è attento sul vantaggio dell’Inter, non riesce a contenere la velocità di Perisic.

Dybala voto 6: qualche lampo nel primo tempo, sfiora anche il gol.

Bernardeschi voto 5.5: si fa vedere troppo poco, non riesce a superare l’uomo.

Vlahovic voto 7: solo uno strepitoso Handanovic gli nega la gioia del gol nel primo tempo, nella ripresa porta in vantaggio i bianconeri.

A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Arthur 5.5,

Morata voto 7: entra in campo e cambia la partita. E’ sua la deviazione sul tiro di Alex Sandro, lancia l’azione per il 2-1 di Vlahovic.

Pellegrini, Kean s.v., Bonucci 5.5, Rugani, Locatelli 6, Ake, Nicolussi Caviglia, Miretti

INTER (3-5-2):

Handanovic voto 5.5: partita dai due volti, strepitoso su Vlahovic. E’ responsabile sull’1-1, nonostante la deviazione di Morata.

Skriniar voto 6: bene nel primo tempo, in difficoltà nella ripresa. Poi sale di nuovo alla ribalta.

De Vrij voto 6.5: come Skriniar, con in più il rigore procurato.

D’Ambrosio voto 5.5: viene lanciato dal primo minuto, risponde con una prestazione con qualche sbavatura.

Darmian voto 5: commette troppi errori e viene giustamente sostituito nella ripresa.

Barella voto 6.5: è il centrocampista in più, sblocca il risultato con un tiro molto preciso.

Brozovic voto 6: protagonista in occasione del gol di Barella, poi gioca con personalità.

Calhanoglu voto 6: brutta partita, ma salva la gara con il rigore realizzato.

Perisic voto 8.5: partita eccezionale, regala il trofeo con una doppietta ai tempi supplementari.

Lautaro voto 6.5: si fa vedere poco per gran parte del match, salva un po’ il voto per l’occasione del rigore procurato. Nervoso al momento della sostituzione.

Dzeko voto 5: troppo poco per un calciatore della sua esperienza.

A disposizione: Cordaz, Radu, Dumfries 6, Gagliardini, Sanchez 6, Ranocchia, Gosens, Correa, Vidal 6, Dimarco 6, Caicedo, Bastoni s.v.