Bufera nel calcio italiano: gol regalati e calciatori immobili, presentato esposto per illecito | VIDEO

Una partita di Eccellenza italiana è finita nel mirino per un finale veramente clamoroso: gli ultimi gol hanno scatenato lo scandalo

SportFair

Un nuovo scandalo ha travolto il mondo del calcio italiano. Una partita nel campionato di Eccellenza toscana ha fatto molto discutere, nel dettaglio la sfida del mini-torneo di playoff per stabilire le promosse nel campionato di Serie D. La gara nel mirino è quella fra Tau Altopascio e Figline, 5-1 il risultato finale. L’indignazione non si è scatenata solo per il risultato, bensì per le modalità dei gol.

La situazione

In questo torneo vengono promosse le prime due classificate. In caso di arrivo di tutte e tre le squadre a pari punti, viene direttamente promossa la prima, mentre le altre due spareggiano.

Prima della sfida incriminata la classifica recitava: Figline 5, Livorno 4, Tau 1. Con il risultato di 5-1 a favore del Tau la classifica è così cambiata: Figline 5, Tau 4, Livorno 4.

La sfida tra Tau e Figline è finita nel mirino a causa degli ultimi due gol realizzati dai padroni di casa in circostanze considerate sospette. Il Figline certo ormai di una sconfitta sul risultato di 3-1, avrebbe “regalato” altri due gol alla squadra avversaria. Perché? Il Figline si sarebbe aggrappato all’unica chance per restare ancora in corsa per la promozione: quella di obbligare il Livorno a vincere nel prossimo match contro il Tau.

Grazie al 5-1 sul Figline, il Tau ha ora una differenza reti migliore, +2 contro il +1 del Livorno e il -3 del Figline: questa situazione spinge il Livorno a scendere in campo per la vittoria nella gara in programma domenica 15 maggio. In caso di parità ad essere promosso sarebbe il Tau con lo spareggio Livorno-Figline.

Il Figline dunque, con quel comportamento, ha puntato tutto sulla vittoria del Livorno per ottenere la promozione: così la classifica finale sarebbe Livorno 7, Figline 5, Tau 4 e i fiorentini conquisterebbero il pass per la categoria superiore insieme ai livornesi.

Furiosa la reazione del presidente del Livorno, Paolo Toccafondi: “sono stato a vedere Tau-Figline: in 40 anni non avevo mai assistito a nulla di simile. Per questo, insieme alla società lucchese, abbiamo presentato un esposto alla Lega competente e alla procura federale: i comportamenti tenuti in campo dal Figline, secondo noi, possono configurare l’ipotesi di illecito compiuto ai danni del Livorno”.