Orrore nel calcio: l’attaccante ‘Hulk’ Salazar trovato morto carbonizzato nel bagagliaio della sua auto

Un grave lutto ha colpito il mondo del calcio: l'attaccante Antonio Salazar Castillo è stato trovato morto nel bagagliaio della sua auto

SportFair

Una storia horror legata al mondo del calcio, in Messico sono rimasti sotto shock per la morte di un calciatore. E’ stato confermato il decesso di Antonio Salazar Castillo, attaccante in grado di mettersi in mostra in alcune squadre. La notizia della tragedia è stata confermata dalla sua ex squadra e dalla federazione messicana. Il corpo del calciatore è stato ritrovato nel bagagliaio del suo veicolo avvolto dalle fiamme. I vigili del fuoco hanno risposto ad una chiamata di emergenza e ritrovato il corpo di Hulk Salazar senza vita. E’ stata aperta un’indagine per fare luce sulla situazione.

Il corpo dell’attaccante è stato bruciato. La FGE ha fatto sapere che “nonostante siano emerse informazioni sulla possibile identità della persona attraverso media diversi, è importante sottolineare che tali informazioni non possono essere corroborate da questa rappresentazione sociale fino a quando non saranno disponibili i risultati dei test genetici”. I paramedici della Croce Rossa inizialmente non sono stati in grado di determinare il sesso del corpo in quanto carbonizzato, fino a martedì quando il funzionario ha confermato che il corpo era quello di Salazar.

La polizia ha detto che il veicolo del calciatore non è mai stato segnalato come rubato, sollevando il sospetto che Salazar sia stato ucciso e poi messo nel bagagliaio prima che l’auto fosse data alle fiamme.

Antonio Salazar Castillo è stato un attaccante messicano. Nel corso della sua carriera ha indossato alcune maglie: Guadalajara, poi i prestiti a Jaguares, Altamira, Zacatepec, infine Santos de Guápiles e Sonora.