Nel mondo di Valentino Rossi, tra confidenze e divertimento. Il Dottore si mette a nudo: dai problemi col fisco alla storia d’amore con Francesca Sofia Novello

Valentino Rossi a 360 gradi: su YouTube la bellissima intervista di Graham Bensinger, nella quale il Dottore si è messo a nudo

SportFair

Valentino Rossi ha detto addio alla MotoGP e si prepara adesso ad una nuova avventura a quattro ruote. In attesa di tornare in pista, dopo il forfait alla 12 Ore del Golfo per quarantena forzata dopo un contatto con un positivo al Covid-19, il Dottore si concede ai giornalisti.

Di recente il 9 volte campione del mondo è stato intervistato da Graham Bensinger. L’intervista è stata pubblicata su Youtube ad episodi e spazia dal ritiro, alla morte di Simoncelli, passando per la storia d’amore con Francesca Sofia Novello ed i problemi col fisco.

Valentino Rossi si è mostrato in tutta sua la grandezza, di campione e di uomo, dimostrando come nonostante la popolarità ed il successo sia rimasto umile e semplice, sempre pronto ad aiutare gli altri e con l’obiettivo di divertirsi, sempre.

L’intervista è iniziata con un commento sul Covid, argomento col quale conviviamo da oltre due anni ormai: “sono stato male per due giorni, un sacco di dolore nella schiena, nei muscoli, è una brutta sensazione, è stato breve ma intenso. Poi però è andata meglio, ma è stato brutto perchè sono dovuto stare a casa 3 settimane. E’ stato divertente perchè tutti cercavano di stare male, solitamente quando stai male tutti stanno vicino a te per aiutarti, in questa situazione invece ti senti solo“, ha ammesso il Dottore.

Non poteva mancare poi un commento sul suo ritiro: “sono sempre stato preoccupato per la fine della mia carriera, ma fermarsi due mesi, non allenarsi, non gareggiare, non toccare la moto, è stata una sensazione strana ma mi sento bene, ho capito che anche senza gareggiare posso sopravvivere. Ho iniziato a pensare al ritiro nel 2019, è stata la prima volta che ho avuto problemi con i risultati.Ho iniziato quella stagione bene, ma poi è successo qualcosa quando siamo arrivati in Europa, non ero veloce e lì è stata la prima volta che ho pensato che eravamo vicini al ritiro. Nel 2020 poi la stagione è stata strana per via della pandemia, all’inizio della stagione ho pensato di fermarmi e non gareggiare nel 2021 ma dopo i miei genitori, i miei amici, i cambi nel team, tutti mi hanno spinto a fare un’altra stagione e quindi ho continuato anche nel 2021. Ho sempre guidato da quando ho circa 4 anni, quindi all’improvvismo ti trovi a cambiare la tua vita, è difficile essere pronti. Mi è sempre piaciuto guidare le auto, gli obiettivi, non li so, non conosco il muo livello e la mia velocità, sarà un altro mondo, al momento non conosco i miei obiettivi, spero di essere veloce“.

C’è stato posto anche per Marco Simoncelli, che oggi avrebbe compiuto 35 anni: il Dottore lo ha menzionato raccontando la storia dell’Academy, di come è nata, e non ha nascosto le sue emozioni, ricordando come ha vissuto la scomparsa del suo amico e collega.

Un ragazzo puro, legato alla famiglia: Valentino Rossi ha infatti spiegato poi il perchè del suo ’46’, scelto perchè usato dal padre l’anno in cui nacque e anche la storia degli adesivi e delle Tartarughe Ninja, un regalo di mamma Stefania prima della sua prima gara nelle minimoto.

Bensinger ha poi chiesto a Rossi di toccare un tasto delicato, chiedendogli quale è stato il periodo peggiore della sua carriera: Valentino ha parlato del 2007, anno in cui ha avuto problemi col fisco.

Mi sono trovato in una brutta situazione, perché avevo commesso degli errori. Vivevo a Londra, che è un posto fantastico, ma non mi sentivo a casa. Da due anni ero intenzionato a tornare in Italia, ma ormai ero intrappolato nel sistema, ero fregato. I responsabili? Il mio vecchio manager e le persone che lavoravano per me hanno creato una ragnatela e io lì dentro non potevo muovermi. Un giorno sono tornato a casa e ho visto molti giornalisti con le telecamere. Era chiaro che c’era qualcosa di brutto. Poi mi è arrivata la notizia. La stampa mi ha fatto soffrire perché mi ha distrutto dicendo qualcosa che non era vero. Leggevo cifre esagerate, come 163 milioni di dollari. Ma io non ho mai avuto quella somma di denaro. Sono andato dritto al punto con tutta la mia vecchia organizzazione che mi aveva causato tutti questi problemi. Alla fine ho pagato e da lì è iniziata una nuova vita per me. Ho capito che, quando si lavora, l’amicizia è una cosa e il lavoro è un’altra. Quando si attraversa un periodo così difficile, se si sopravvive, si diventa più forti. Dopo questo episodio ho imparato a seguire il mio istinto e, il più delle volte, nel modo giusto“, ha aggiunto.

Nell’intervista, poi, Valentino Rossi si mostra nella sua quotidianità, porta in pista, in auto, al Ranch, il giornalista Bensinger, gli mostra tutti i luoghi della sua azienda, condividendo con lui anche un pranzo, in compagnia anche della bella Francesca Sofia Novello, che presto lo renderà padre di una bimba. La modella italiana ha raccontato di come la situazione si sia stabilizzata dopo un anno e mezzo perchè “gli ho detto o adesso o mai, un ultimatum. Veniva da una storia importante e aveva bisogno di tempo, poverino“, ha scherzato.