Che affondo a Viviani, il manager della Cofidis senza peli sulla lingua: “un fallimento”

Cedric Vasseur, manager della squadra francese, ammette in un'intervista a L'Équipe che l'investimento sportivo nel velocista italiano è stato un errore

SportFair

Dichiarazioni forti quelle di Cedric Vasseur, a L’Equipe, su Elia Viviani. Il manager della Cofidis ha parlato dell’ingaggio del corridore azzurro, ammettendo che l’investimento fatto per Viviani “è stato un errore“.

Il velocista italiano ha corso due stagioni con la maglia della Cofidis, per spostarsi poi all’Ineos: due anni deludenti, senza vittorie nel 2020 e con sette trionfi, non di prestigio, nel 2021. “Lo abbiamo portato trattandolo come una star. Dal punto di vista sportivo, Elia Viviani è stato un fallimento. Nonostante ci abbia fatto crescere, quando recluti un ciclista come lui ti aspetti che faccia 3.000 punti in due stagioni e non 1.200”, ha affermato Vasseru, che ha poi ammesso che la squadra lotterà per mantenere il proprio posto nel World Tour nella stagione 2023.