Loftus-Cheek si gira, la Juventus affida la regia all’inglese: tre volte vicino alla morte per un temporale, ma con i bianconeri non è stato… colpo di fulmine

La Juventus su Loftus-Cheek, è il centrocampista scelto dal club bianconero per sostituire l'eventuale partenza di Arthur

SportFair

La Juventus non ha piazzato ancora colpi in entrata sul mercato, ma si tratta di uno dei club più attenti. La squadra di Massimiliano Allegri è reduce dalla delusione in Supercoppa contro l’Inter, la finale si è decisa nei secondi finali del secondo tempo supplementare a causa di un gravissimo errore di Alex Sandro e il gol di Sanchez. I bianconeri sono in ripresa e anche la partita di ieri ha confermato le qualità di una squadra ben attrezzata. L’infortunio di Federico Chiesa ha cambiato le strategie sul fronte calciomercato, il club si è messo alla ricerca di un calciatore in grado di giocare sia da prima punta che da esterno, continuano le valutazioni su Azmoun. Novità interessanti anche per il centrocampo, la Juventus avrebbe già individuato il possibile sostituto di Arthur in caso di cessione dell’ex Barcellona: si tratta di Loftus-Cheek del Chelsea.

Chi è Loftus-Cheek

Loftus-Cheek
Foto di Facundo Arrizabalaga / Ansa

E’ Loftus-Cheek del Chelsea il nome per il centrocampo della Juventus, in stagione con i Blues ha totalizzato 19 partite e 3 assist. E’ un calciatore inglese, classe 1996. Si tratta di un centrocampista centrale, è stato paragonato a Ballack e Pogba per la forza fisica e per le qualità tecniche. E’ un calciatore moderno, in grado di fare la differenza in entrambe le fasi del gioco. Si è messo in mostra anche per la visione di gioco, è in grado di effettuare passaggi con grande precisione. E’ bravo anche come incontrista, grazie alla sua forza fisica. Sotto la guida di Mourinho è stato impiegato anche da trequartista. E’ cresciuto proprio nelle giovanili del Chelsea, nel 2017 il prestito al Crystal Palace, torna ai Blues e disputa una buona stagione. Prestazioni all’altezza anche nell’avventura in prestito al Fulham. Torna ancora al Chelsea, ma non è un titolare. Potrebbe così cambiare aria, il corteggiamento della Juventus è in grado fare la differenza. E’ nel giro della Nazionale inglese, dall’Under 16 alla squadra maggiore.

Il suo nome è finito sulle prime pagine dei giornali anche per aspetti extra-calcistici. Loftus-Cheek ha rischiato di morire per ben tre volte. La sua villa a Cobham, per ben due volte in pochi giorni, è stata colpita da due fulmini e la proprietà è stata quasi distrutta. Fortunatamente il calciatore non si trovava all’interno dell’abitazione, i vigili del fuoco hanno impiegato più di sei ore per domare le fiamme. Più di 15 anni fa, mentre guardava un temporale, un fulmine ha colpito il telaio metallico della finestra a cui era affacciato, anche in questo caso senza conseguenze. Una vita, dunque, mai banale dentro e fuori dal campo.

Dopo Ballo-Toure arriva Bailly, il Milan a ritmo di musica: vendeva telefoni e sigarette, tutto sul nuovo difensore rossonero