La Dakar 2022 termina in tragedia: morto un giovane di 20 anni

SportFair

La Dakar 2022 si è conclusa con una terribile tragedia. L’organizzazione della competizione, seguitissima e apprezzatissima in tutto il mondo, che ha visto vincere Sunderland nelle moto e Al Attiyah nelle auto, ha annunciato oggi la morte di un giovane di 20 anni in un terribile incidente stradale.

Quentin Lavalèe, questo il nome del ragazzo, è rimasto vittima di un incidente mentre guidava la macchina di assistenza del team PH Sport. Fatale è stato uno schianto con un camion.

Maxime Frere, in auto con Lavelèe, è rimasto ferito ed è ricoverato in ospedale a Jeddah, ma per Quentin non c’è stato nulla da fare.

La nota degli organizzatori

“Questa mattina alle 11.30, sul percorso di collegamento dell’assistenza, al chilometro 234 è avvenuto un incidente che ha coinvolto un veicolo di assistenza e una pista locale, secondo le autorità di polizia locale. Il conducente dell’auto appartenente alla squadra PH Sport, Quentin Lavalèe, francese, è morto molto tristemente nell’incidente. Aveva 20 anni. Il suo passeggero, il belga Maxime Frere, è rimasto ferito ed è stato trasportato all’ospedale della Guardia Nazionale di Jeddah. Era cosciente ed è in corso un’analisi completa. Quentin era il capo meccanico della 205 Turbo 16 da corsa nella Dakar Classic. La Dakar porge le sue più sincere condoglianze alla famiglia di Quentin, ai suoi cari e a PH Sport”.