Esplode un’altra macchina: la Dakar verso la cancellazione per terrorismo

La Dakar rischia la cancellazione per terrorismo: nei prossimi giorni la decisione

SportFair

Gli italiani si stanno appassionando alla Dakar 2022 grazie ad uno strepitoso Danilo Petrucci, la cui partecipazione era a rischio a causa del Covid, ma che nelle ultime due tappe è riuscito a rendersi protagonista.

Il ternano della Ktm aveva conquistato il podio due giorni fa, con un terzo posto, ma ha dovuto rimandare i festeggiamenti a causa di una penalità che lo ha fatto scivolare al 15° posto. Ieri, però, il sogno si è realizzato: Petrucci ha ottenuto il suo primo podio, chiudendo 2°, ma dopo qualche ora dalla conclusione della tappa ha potuto esultare per una storica vittoria grazie alla penalità inflitta a Price.

Oggi, però, arrivano pessime notizie dalla Francia. Sembra, infatti, chel a Dakar 2022 sia a rischio cancellazione. E’ stato il Ministro degli Esteri francesi a comunicarlo: “pensiamo che possa valere la pena rinunciare a questo evento sportivo. La Dakar potrebbe essere stata vittima di un attentato terroristico“, ha affermato Jean Yves Le Drian al BMF TV.

A far preoccupare le autorità è la nuova esplosione di una macchina che si è registrata nei pressi di Jeddah, probabilmente a causa di una bomba. Dopo l’esplosione avvenuta alla vigilia della partenza della Dakar, si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile attentato terroristico. Intanto la sesta tappa della competizione delle moto è stata sospesa per le condizioni complicate del circuito. Domani i piloti si godranno l’unico giorno di riposo a loro disposizione in attesa di sapere se domenica torneranno regolarmente a bordo dei loro veicoli o se dovranno preparare le valigie per tornare a casa.