Bernie Ecclestone non risparmia la Mercedes, nuovo attacco: “parlare di furto non ha alcun senso”

Ecclestone torna all'attacco, l'ex patron del Circus non le manda a dire a Mercedes ad un mese dal finale di stagione 2021 di F1

SportFair

Il finale di stagione 2021 di Formula 1 è ancora molto discusso. Quanto accaduto ad Abu Dhabi non è ancora stato dimenticato, con Verstappen che ha superato Hamilton all’ultimo giro dopo l’ingresso in pista della safety car, vincendo la gara e anche il titolo Mondiale.

La Mercedes ha sin da subito mostrato il suo dissenso per la gestione della situazione da parte della Commissione Gara, dichiarando di essere stati derubati. A distanza di un mese circa dal finale di stagione, Bernie Ecclestone, che in queste settimane non le ha mandate a dire a Mercedes e Hamilton, è tornato ad attaccare il team di Brackley.

“Parlare di furto non ha alcun senso, sono dinamiche che possono verificarsi nel corso di una gara, a Yas Marina Lewis Hamilton ad esempio nel corso del primo giro ha completamente tagliato una curva senza ricevere nessuna penalità quando in occasione di quel sorpasso Max Verstappen non aveva fatto assolutamente nulla di sbagliato”, ha affermato l’ex patron del Circus ai microfoni di Sky Sports UK.

“A Yas Marina Michael Masi ha fatto la cosa giusta, nel corso della stagione, però, troppe volte si è trovato ad essere sopraffatto dal ruolo che ricopre. Forse non avrebbe mai dovuto accettare questo incarico”, ha aggiunto a Sport Bild.