Commisso, attacco alla Juventus: “negli USA gli azionisti farebbero causa ai figli di…”

Rocco Commisso senza peli sulla lingua: il presidente della Fiorentina non le manda a dire su stadio, Juventus e Gattuso

SportFair

Rocco Commisso non è mai banale. Grande gioia per il presidente della Fiorentina, il club viola ha staccato il pass per i quarti di finale di Coppa Italia grazie al successo contro il Napoli. Lunga intervista al Financial Times, Commisso è tornato a parlare del turbolento rapporto con Gennaro Gattuso. Il numero uno viola ha dichiarato che l’allenatore aveva chiesto al club di “comprare alcuni giocatori ad un certo prezzo” pescando nella scuderia di Jorge Mendes, agente proprio di Gattuso. “Non è nel mio stile, non è la mia storia. Nessuno si deve approfittare di me”. L’agenzia gestita da Mendes ha definito la ricostruzione di Commisso “irreale” e “irrispettosa”.

Lo stadio Artemio Franchi di Firenze “è la cosa più ‘merdosa’ che sia mai stata inventata. Che storia ha? Hanno vinto due campionati in 90 anni. La burocrazia mi sta facendo impazzire”.

Come si legge nell’articolo “La vista del presidente della Juventus Andrea Agnelli fa scattare Commisso. La Juventus è quotata alla Borsa di Milano. Il prezzo delle azioni del club è sceso di circa un terzo nei giorni successivi alla notizia dell’indagine. Commisso dice che se gli stessi eventi si fossero verificati in una società quotata negli Stati Uniti, gli azionisti che avevano subito perdite “farebbero causa ai figli di puttana, scusate il mio linguaggio””.