Un ex calciatore alla guida della Sampdoria: Vialli o Costacurta, la soluzione per il post Ferrero è romantica

La Sampdoria è alla ricerca di un nuovo presidente, si profila un testa a testa tra due calciatori: Vialli e Costacurta

SportFair

Si è registrato un vero e proprio terremoto in casa Sampdoria. Massimo Ferrero è stato arrestato dalla Guardia di Finanza in relazione ad una inchiesta della procura di Paola per reati societari e bancarotta. Il club blucerchiato non è coinvolto nell’indagine ma, inevitabilmente, è finito nella bufera. Ferrero si è dimesso da presidente della Sampdoria e sono tornate a circolare voci su Gianluca Vialli. L’attuale capo delegazione della Nazionale italiana potrebbe tornare alla ribalta per acquistare il club, si tratta di una bandiera per il club blucerchiato per il suo passato glorioso da calciatore. La trattativa era avviata prima della pandemia, poi si è registrata una frenata fino alla definitiva fumata nera. Adesso l’ex calciatore potrebbe tornare in prima fila insieme all’uomo d’affari statunitense James Dinan. 

C’è anche Costacurta

CostacurtaGianluca Vialli non è l’unico in corsa per acquistare la Sampdoria, si è messo in fila un altro ex calciatore: stiamo parlando di Billy Costacurta, ex Milan e uno dei difensori italiani più forti. Sarebbe il rappresentante di una cordata di imprenditori italiani. Si profila dunque una soluzione romantica. Vialli è, ovviamente, il preferito dalla piazza per il suo passato con la maglia della Sampdoria, l’ex attaccante ha scritto pagine indimenticabili per il club e da calciatore è riuscito a togliersi tante soddisfazioni anche con le maglie di Juventus e Chelsea. Per ultimo il trionfo all’Europeo con l’Italia. Adesso potrebbe intraprendere una nuova strada affascinante, alla guida di un club che ama tanto. Costacurta ha trascorso la sua carriera da calciatore quasi interamente con la maglia del Milan, poi ha iniziato la carriera televisiva e si è confermato un bravo opinionista. La Sampdoria sarebbe la sfida più affascinante, al momento si tratta però solo di un’ipotesi ma che potrebbe diventare concreta nei prossimi mesi.