America’s Cup dice sì ai cyclors: Luna Rossa chiama Bennati, si va alla ricerca di ciclisti come Ganna

L'Italia cerca campioni come Filippo Ganna per Luna Rossa: l'America's Cup dice si ai cyclors

SportFair

La scorsa edizione dell’America’s Cup ha regalato emozioni incredibili, ma la promessima promette scintille. Il regolamento è cambiato e la competizione sarà ancora più affascinante: sarà possibile, infatti, sfruttare la forza dele gambe, come? Con le bici!  Si tratta ovviamente di bici particolari, senza ruote, ma con manubrio e sella e, ovviamente, corridori!

I ciclisti prendono il posto dei grinders e dunque l’Italia va a caccia di atleti pistard, come Ganna e Lamon, che possano aiutare l’imbarcazione con la loro forza esplosiva, con le loro accelerazioni.

Così Max Sirena, Skipper di Luna Rossa, ha chiamato Daniele Bennati, ct azzurro, perchè adesso bisogna andare alla ricerca di ciclisti da portare sulla barca a vela italiana.

Incontrerò la settimana prossima Max Sirena per capire bene esattamente di quante persone abbiano bisogno e con quali caratteristiche. È un progetto molto interessante, che ci apre scenari nuovi. Io ho conosciuto Sirena in passato grazie a Jovanotti (Bennati è molto amico di Jova, ndr): lui mi ha chiamato per chiedermi se ci fossero corridori disponibili». Patrizio Bertelli, patron di Prada che sponsorizza Luna Rossa, è aretino come Bennati: «Abita a un chilometro da casa mia, tutti i giorni il suo elicottero mi passa sopra“, ha dichiarato Bennati.

Sapevo che c’era già stato un pistard in Coppa America. È sicuramente un impegno da velocisti, ci vuole più potenza esplosiva che resistente. È un onore che vengano a cercare nel ciclismo queste figure, e questo mi fa dire che dovremmo essere anche noi a fare lo scouting per cercare potenziali corridori in altri sport“, ha aggiunto Marco Billa.