Playoff Mondiali, le avversarie dell’Italia ai raggi X: dai pericoli dalla Serie A a vecchie conoscenze

L'analisi sul sorteggio agli spareggi al Mondiale in Qatar del 2022: l'Italia dovrà vedersela con la Macedonia, poi Portogallo o Turchia

SportFair

Un po’ di fortuna da una parte, sfortuna dall’altra. E’ andato in scena il sorteggio degli spareggi al Mondiale in Qatar del 2022. L’Italia si è complicata la vita, la squadra di Roberto Mancini non è riuscita a qualificarsi attraverso la fase a gironi, il rendimento post-Europeo non è stato entusiasmante. In particolar modo ha deluso l’ultima gara contro l’Irlanda del Nord. L’Italia ha fallito diversi match point, anche nel doppio incontro contro la Svizzera. Adesso dovrà passare dagli spareggi di marzo per staccare il pass qualificazione, il percorso è ricco di insidie ma l’Italia è una squadra forte ed è in grado di qualificarsi per il Mondiale in Qatar. In semifinale la squadra di Mancini affronterà in casa la Macedonia del Nord, poi in trasferta Portogallo o Turchia. 

La Macedonia del Nord

Macedonia del Nord
Foto di Nake Batev / Ansa

La Macedonia è una squadra assolutamente alla portata, ma comunque l’Italia non dovrà sottovalutare l’avversario. I valori tecnici sono nettamente diversi, con l’Italia che potrà contare in più sul fattore campo. La squadra di Mancini dovrà vincere la partita attraverso il palleggio e la qualità tecnica e tattica. La Macedonia del Nord ha chiuso il gruppo J al secondo posto, alle spalle della Germania. In totale ha collezionato 18 punti in 10 partite con 5 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. Decisive le ultime due vittorie consecutive contro Armenia e Islanda. Si è classificato con un punto in più della Romania. In rosa non c’è più Pandev, l’attaccante del Genoa. La squadra si schiera con il 4-4-2 che in fase di non possesso diventa 4-2-3-1. In porta Dimitrievski, i due terzini sono Ristovski e Alioski, centrali di difesa Mesliu e Velkosvski. La coppia di centrocampo è formata da Bardhi e Kostadinov. Poi tanta qualità: dal napoletano Elmas, all’ex Palermo Trajkovski, poi Milan Ristovski dello Spartak Trnava.

Turchia o Portogallo

Cristiano Ronaldo
Foto di Mario Cruz / Ansa

Nell’eventuale finale l’Italia affronterà una tra Turchia o Portogallo. Non è assolutamente certa la qualificazione di Cristiano Ronaldo e compagni, anzi la Turchia è un osso durissimo. L’Italia giocherà in trasferta, un aspetto sicuramente da non sottovalutare. Il Portogallo può contare su un attacco molto pericoloso formato da Cr7, Jota e Bernardo Silva, più Bruno Fernandes che rappresenta più di un jolly. Moutinho e Sanches sono due centrocampisti in grado di garantire velocità e imprevedibilità. In difesa Fonte e Dias, nel ruolo di terzini Cancelo e Mendes. Come riserve Leao, Joao Felix e Andre Silva. Meno qualità nella Turchia, ma si tratta comunque di una squadra insidiosa. Ci sono due conoscenze del calcio italiano: Calhanoglu e Demiral. La prima punta è il sempre pericoloso Yilmaz. A centrocampo Akturkoglu è pericoloso in fase realizzativa, in difesa con Demiral c’è Soyuncu.