“E’ a casa e sta bene, si presenterà in pubblico”, la stampa cinese ci riprova: nuove rassicurazioni su Peng Shuai

Dalla Cina assicurano: "Peng Shuai sta bene ed è a casa", novità sul caso della scomparsa della tennista cinese, ma ancora nessuna prova concreta

SportFair

Il caso di Peng Shuai ha sconvolto e mobilitato il mondo intero. La tennista cinese è scomparsa dopo la denuncia fatta sui social lo scorso 2 novembre, con la quale rivelava di aver subito abusi sessuali da parte dell’ex vicepremier cinese Zhang Gaoli.

Da quel giorno non si hanno più sue notizie, il suo profilo social è stato cancellato, così come ovviamente prima era stato rimosso il suo post, diventato però virale in pochissimo tempo. Dalla Cina sono tanti i tentativi di rassicurazione: in primis è arrivata una email, falsa, a nome di Peng Shuai, con la quale si provava a rasserenare il mondo intero, scrivendo che stava bene.

Dopo le minacce della WTA di rinunciare a tutti i tornei in programma in Cina nel caso in cui non si faccia chiarezza sulla situazione, un giornalista vicino al Governo cinese ha postato ieri su Twitter delle foto che la tennista avrebbe inviato ad un’amica su WeChat.

Successivamente, il giornalista stesso ha precisato che Peng Shuai “nei giorni scorsi, è rimasta a casa sua liberamente e non voleva essere disturbata. Si presenterà in pubblico e presto parteciperà ad alcune attività“.