Napoli ko sotto lo zero di Mosca, il clima adesso è gelido: la qualificazione per Spalletti è a rischio

Partita dai due volti del Napoli nel quinto match della fase a gironi di Europa League, di fronte lo Spartak Mosca

SportFair

E’ stato un Napoli dai due volti quello che è sceso in campo nella quinta giornata della fase a gironi di Europa League. La squadra di Luciano Spalletti non sta attraversando un momento entusiasmante, nell’ultimo match del campionato di Serie A contro l’Inter ha perso 3-2. Vera e propria emergenza per gli azzurri, si sono fermati soprattutto Osimhen (out tre mesi), Anguissa e Insigne. La classifica è ancora cortissima, ma il Napoli ha complicato terribilmente il passaggio del turno, la compagine di Spalletti dovrà vincere nell’ultima partita contro il forte Leicester. Il Napoli dovrà cambiare passo e affidarsi ai calciatori di maggiore esperienza.

Spartak Mosca-Napoli

Spartak Mosca Napoli
Foto di Maxim Shipenkov / Ansa

La partita di Europa League tra Spartak Mosca e Napoli si è giocata mercoledì. Il motivo? Il calendario prevede infatti Lokomotiv-Lazio nella giornata di giovedì e la regola impedisce che due squadre della stessa città giochino una partita europea nel medesimo giorno. Prima del match forte nevicata e campo completamente imbiancato, si è giocato con il pallone rosso. Partenza sprint dello Spartak Mosca che si porta in doppio vantaggio dopo appena 28 minuti con la doppietta di Sobolev, il primo su calcio di rigore. Nella ripresa si registra la reazione del Napoli, prima il gol annullato a Di Lorenzo poi il colpo di testa di Elmas, il migliore della squadra di Spalletti. Nel finale il club italiano ci prova ma non riesce a pareggiare. Finisce 2-1. Spartak Mosca e Napoli a 7 punti, Legia a 6 e Leicester a 5 con le ultime due squadre con una partita in meno e che dovranno scontrarsi nello scontro diretto.