Gelo in ‘De Winter’, esordio in Champions contro il Chelsea: il vice-Danilo è già in casa Juventus

De Winter è sceso in campo per la partita di Champions League della Juventus contro il Chelsea, tutto sul calciatore

SportFair

La Juventus è scesa in campo per la quinta giornata della fase a gironi di Champions League, brutta prestazione contro il Chelsea. La squadra di Massimiliano Allegri ha già staccato il pass per gli ottavi di finale, l’intenzione è quella di conquistare il primo posto del girone e affrontare, nel prossimo turno, un avversario più abbordabile ma la situazione si è complicata dopo il ko contro i Blues. In campionato è reduce da due vittorie consecutive e i tre punti sul campo della Lazio hanno aumentato la consapevolezza di una squadra molto competitiva. Problemi di formazione in vista dei prossimi impegni, in particolar modo è pesantissimo l’infortunio di Danilo. Il terzino sarà costretto a rimanere lontano dal campo per circa due mesi. De Sciglio non ha ancora recuperato e Pellegrini non è nella lista Champions, la soluzione obbligata porta a Cuadrado. Per la sfida contro il Chelsea la Juventus ha schierato nel finale il giovane De Winter. 

Chi è De Winter

De Winter
Foto Instagram

De Winter è un calciatore belga, è un classe 2002 e quindi con ampi margini di miglioramento ma che ha già dimostrato ottime qualità. Può rappresentare un jolly dal punto di vista tattico, può essere impiegato in diversi ruoli del campo: da difensore centrale a terzino destro ma è in grado di disimpegnarsi anche come esterno di centrocampo e mezzala. La carriera è iniziata dal settore giovanile di Lierse e Zulte Waregem, si è messo in mostra ed è stato acquistato dalla Juventus. E’ stato lanciato con l’Under 23 e si è dimostrato uno dei calciatori più importanti. E’ entrato a far parte della prima squadra ed è stato il primo marcatore stagionale della Juventus avendo sbloccato l’amichevole della Continassa contro il Cesena il 24 luglio.

In un’intervista pre Trofeo Gamper col Barcellona, Allegri disse: “chi mi ha stupito di più? Ci sono molti ragazzi giovani: da Kulusevski a De Ligt, De Winter e Ranocchia nel settore giovanile hanno lavorato bene. Su questi giovani c’è molto margine di miglioramento e dipende esclusivamente dalla loro ambizione di migliorarsi e arrivare a certi risultati”. Adesso l’ingresso allo Stamford Bridge, il sogno si è realizzato.

Capelli lunghissimi e passaggi vincenti: il Milan si regala il nuovo Seedorf. Chi è Renato Sanches, il talento con i problemi di ambientamento