Cadavere nel Tevere: è il pugile Alessio Zangrilli, era scomparso lo scorso 10 ottobre

Tragedia nel mondo della boxe, è stato ritrovato il corpo di Alessio Zangrilli, il pugile scomparso da Alatri lo scorso 10 ottobre

SportFair

Un’altra tragedia ha sconvolto il mondo dello sport. E’ stato ritrovato senza vita nel Tevere, all’altezza di Ponte Milvio il corpo di Alessio Zangrilli, il pugile scomparso da Alatri lo scorso 10 ottobre. Secondo le prime verifiche sembra che fosse in acqua da almeno una settimana e non sarebbero stati trovati segni di violenza. La mamma del ragazzo si era rivolta a “Chi l’ha visto?” per provare a fare luce sulla situazione. Alessio Zangrilli

Era chiamato ‘Zangra’ dagli amici e aveva 35 anni. Stava attraversando un momento difficile, come confermato anche dalla mamma in tv, soprattutto per i problemi di lavoro. Per lui si era mobilitato anche Clemente Russo. Zangrilli aveva ereditato la passione per i guantoni dal padre, morto quando Alessio aveva 20 anni. “Speravamo di rivederti sul ring, Alessio. Che la terra ti sia lieve, Campione”, scrive la federazione pugilistica italiana.

Tragedia sul ring: Taurai Zimunya muore per i colpi subiti in un incontro di boxe, nella bufera l’arbitro del match [VIDEO]