Tommy Pham pugnalato alla schiena: il giocatore di baseball pubblica l’immagine sconvolgente dopo 12 mesi [FOTO]

La storia di Tommy Pham, il giocatore di baseball che ha rischiato di morire per una pugnalata

SportFair

Un anno fa Tommy Pham ha rischiato di morire. Si tratta di un giocatore professionista americano di baseball dei San Diego Padres della Major League Baseball. In passato ha giocato per i St. Louis Cardinals e Tampa Bay Rays. E’ riuscito a superare una serie di infortuni e nel 2017 è diventato primo battitore dei Cardinals dal 1900 a registrare almeno una media battuta di 300, 20 home run, 20 doppi e 20 basi rubate nella stessa stagione.

Dodici mesi fa la sua vita è cambiata completamente. Il giocatore ha subito una brutale pugnalata e rischiato di morire. Tommy Pham stava lasciando uno strip club nella notte dell’11 ottobre 2020 a San Diego. E’ iniziata una discussione con due sconosciuti ed è stato colpito alla schiena. Secondo quanto riportato da due persone presenti sulla scena tutto è nato da uno scontro iniziato vicino la sua auto di lusso, il giocatore avrebbe chiesto agli uomini di allontanarsi. Poi la pugnalata.

Adesso Tommy Pham ha pubblicato la foto sul profilo Instagram, l’accoltellamento gli ha trafitto la schiena da una parte all’altra ma, fortunatamente, non ha toccato alcun organo vitale. Sono serviti 200 punti di sutura.

“Vorrei ringraziare lo straordinario staff medico della UC San Diego Health per essersi preso così tanta cura di me ieri sera. E’ stata un’esperienza molto traumatica, sto già pensando al mio recupero e so che tornerò alla mia routine di allenamento in pochissimo tempo”, aveva dichiarato il giorno dopo l’incidente.

Tommy Pam