Problemi cardiaci per Gianni Moscon: “potrebbe doversi sottoporre ad una ablazione come Viviani”

Appassionati di ciclismo in appresione: problemi cardiaci per Gianni Moscon, in corso una serie di accertamenti per il corridore azzurro

SportFair

Gli appassionati italiani di ciclismo sono in apprensione per le condizioni di salute di Gianni Moscon. Il corridore azzurro, che si è reso protagonista alla Parigi-Roubaix, per poi forare e cadere e dire addio ad ogni speranza di vittoria, chiudendo al quarto posto la gara vinta dal suo connazionale Sonny Colbrelli, è alle prese con una serie di accertamenti cardiaci.

Il corridore 27enne, che presto lascerà l’Ineos per unirsi al team Astana, ha accusato alcuni fastidi in diverse gare di quest’anno che hanno fatto scattare un campanellino d’allarme. Si tratta di “aumenti ingiustificati e rapidi della frequenza cardiaca, a parità di sforzo“, come spiegato dal Dottor Roberto Corsetti, che segue Moscon.

gianni moscon
Foto di Yoan Valat / EPA / Ansa

Siamo in una fase di indagine che era opportuno svolgere, senza allarmismi di alcun tipo. Può darsi che, come Elia Viviani a gennaio, Moscon si debba sottoporre a una ablazione. È una ipotesi ma non l’unica. Quando avremo tutti gli elementi a disposizione, decideremo“, ha aggiunto il cardiologo e medico sportivo. Moscon al momento ha effettuato una prima serie di esami ma dovrà sottoporsi ad altri controlli, entro mercoledì prossimo, prima di avere chiara la situazione e come risolvere il problema.