L’ex avvocato di Maradona contro lo staff medico e la famiglia: “cure pessime! Diego si è gonfiato finchè il cuore è esploso”

Matias Morla ascoltato dai giudici: le pesanti accuse alla famiglia e allo staff medico dell'ex avvocato di Diego Armando Maradona

SportFair

E’ trascorso quasi un anno dalla morte di Diego Armando Maradona e ancora si indaga sulle reali cause del decesso del Pibe de Oro. Tanti i dubbi sulle cure che l’ex calciatore ha ricevuto nell’abitazione privata in cui si trovava a seguito dell’intervento alla testa.

A parlare del trattamento ricevuto da Maradona è stato adesso il suo ex avvocato, Matias Morla: “gli errori commessi sono stati tanti perché Diego è morto, si è gonfiato e gonfiato fino a quando il suo cuore è esploso. Le cure sono state pessime, per questo è morto“, ha affermato.

Quando entrai in casa aveva una voce strana, come quella di un robot, molto acuta e intermittente. Ho informato tutti del suo stato di salute. Poi ho capito che era a causa della quantità di acqua trattenuta nel corpo“, ha aggiunto Morla, prima di aprire una parentesi sulla “folle” decisione della sua famiglia di farlo stare in quell’abitazione: “non aveva motivo di andare in una casa quando i medici hanno detto che doveva rimanere in clinica. Abbandonato dalle sue figlie. Una cosa è la responsabilità morale e un’altra quella legale“.