Lazio-Inter 3-1, le pagelle di SportFair: Bastoni pronto per l’Europeo di pallavolo, nel finale sfida di wrestling

Lazio-Inter, le pagelle di SportFair, è andato in archivio il big match dell'ottava giornata del campionato di Serie A

SportFair

E’ andata in archivio una partita incredibile valida per l’ottava giornata del campionato di Serie A, sono scese in campo Lazio e Inter. La sfida si è conclusa con il successo della squadra di Maurizio Sarri. Nel primo tempo meglio i nerazzurri che passano in vantaggio con un rigore trasformato da Perisic.

Nella ripresa meglio la Lazio che prima trova il pareggio sempre su rigore con Immobile, all’81’ l’episodio decisivo. Dimarco è a terra, l’Inter non butta fuori il pallone. La Lazio fa lo stesso e va in gol con Felipe Anderson e si scatena la rissa. Milinkovic-Savic chiude i conti per il definitivo 3-1.

Lazio-Inter, le pagelle di SportFair

Lazio (4-3-3):

Reina voto 6.5: non riesce a respingere il rigore di Perisic, l’intervento sempre sul croato vale il prezzo del biglietto. Superman.

Marusic voto 5.5: soffre tantissimo sulla fascia, la velocità degli attaccanti è un banco di prova importante. A ripetizione.

Luiz Felipe voto 6: non commette errori da segnalare, ma senza Acerbi è un altro giocatore. Disorientato.

Patric voto 5: l’impegno c’è, la qualità un po’ meno. Partita ‘patricolare’.

Hysaj voto 5: non si controlla in occasione del rigore procurato da Barella. Più autocontrollo.

Milinkovic-Savic voto 6.5: Partita dai due volti, riesce a chiude i conti nel finale.

Leiva voto 6: si prende la responsabilità di tanti palloni, riesce a far girare bene il pallone. Cervello.

Basic voto 6: viene lanciato a sorpresa dal primo minuto, è l’uomo più pericoloso con il tiro dalla distanza. Le ‘basi’c.

Felipe Anderson voto 6.5: salta l’uomo con facilità, può e deve fare la differenza. Va in gol. Pronto per dribbling.

Immobile voto 6.5: inizio difficile, nel finale è decisivo.

Pedro voto 6: ci prova nel primo tempo, va anche vicino al gol. Prezioso.

(dal 66′ Lazzari 6)

(dal 66′ Luis Alberto 6.5)

(dal 75′ Zaccagni s.v.)

(dall’85’ Cataldi s.v.)

(dall’86’ Akpa Akpro s.v.)

Inter (3-5-2):

Handanovic voto 6.5: strepitoso nel primo tempo, non può nulla sul calcio di rigore. Perde la testa nel finale.

Skriniar voto 5.5: mette le cose in chiaro con le maniere forti, non si risparmia. Wrestler.

De Vrij voto 6: controlla bene la retroguardia, in fase di chiusura è sempre efficace. Ex dal dente avvelenato.

Bastoni voto 5: decidere di colpire il pallone con la mano in area di rigore. Pronto per l’Europeo di pallavolo.

Darmian voto 6.5: prova a spingere, un po’ troppo timido nel primo tempo, nella ripresa è più pericoloso. Al primo appuntamento.

Barella voto 7: si conferma uno dei migliori, è protagonista del fallo di rigore che sblocca il match. Che bel giocatore.

Brozovic voto 6.5: il primo tempo è di altissimo livello, poi esce un po’ dalla partita.

Gagliardini voto 5: è uno dei peggiori dell’Inter, in difficoltà dal punto di vista tecnico e tattico. Altro che Gagliardo.

Dimarco voto 6.5: non si stanca mai, ci prova anche nella metà campo avversaria. Senza cognome.

Dzeko voto 6: partita di sacrificio, ma non riesce a concretizzare. Isolato.

Perisic voto 7: un gol e un tiro potentissimo. Oggi è il migliore e non serve altro.

(dal 67′ Correa 6)

(dal 67′ Dumfries 6)

(dal 67′ Vecino 6)

(76′ Martinez 6)

(dall’86’ Calhanoglu s.v.)