Farfalle superalative! Le azzurre sono campionesse del mondo con i cerchi e le clavette

Italia da favola ai Mondiali di ginnastica! Le Farfalle sono d'oro nella specialità con i cerchi e le clavette. Un 2021 incredibile per lo sport azzurro

SportFair

La Squadra nazionale di Ginnastica Ritmica vince la medaglia d’oro nella finale di specialità con i cerchi e le clavette. Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea e Daniela Mogurean – con la riserva Laura Paris – si laureano campionesse mondiali con i cerchi e le clavette con 42.275 punti. Gli avieri dell’Aeronautica Militare si posizionano davanti alla Russia, seconda con 40.950 punti, e al Giappone, bronzo con 40.900. Ai piedi del podio nipponico la Cina, a quota con 40.850.

Le Farfalle azzurre non smettono di collezionare medaglie. Con la final eight alle 5 palle, infatti, arriva il terzo argento nella 38ª rassegna FIG dopo quello nell’All-Around a squadre e in quello di team, insieme alle individualiste azzurre. Maurelli e compagne, accompagnate dalla Direttrice Tecnica nazionale Emanuela Maccarani, da Olga Tishina e Federica Bagnera, in questo attrezzo finiscono dietro alla Russia, prima con 46 punti netti. Secondo bronzo di giornata per il Giappone, a quota 44.500. Quarto posto per la Bielorussia con 44.100.

Termina così il Campionato del Mondo di Ginnastica Ritmica svoltosi a Kitakyushu, in Giappone. Appuntamento dunque all’anno prossimo a Sofia. L’Armeec Arena della capitale bulgara sarà il teatro del primo campionato iridato del nuovo quadriennio sulla strada per i Giochi Olimpici di Parigi 2024.

È la medaglia che volevamo, soprattutto nei cerchi e clavette perché è quello a cui siamo più legate e quello in cui ci riconosciamo di più. Siamo sempre state un tutt’uno con questo esercizio, fin dall’inizio. Abbiamo iniziato a costruirlo due anni fa. Tanto sudore e tanta fatica per renderlo perfetto ma, alla fine, ce l’abbiamo fatta proprio qui, al Mondiale di Kitakyushu, passando per Europei ed Olimpiade. È stato impeccabile! Lo stesso presidente della Federazione internazionale, Morinari Watanabe, si è avvicinato a noi per congratularsi e confidarci che gli abbiamo fatto venire la pelle d’oca. Speriamo di averlo fatto anche con il pubblico a casa. Mi auguro che il futuro ci riservi tante altre emozioni proprio come aver cantato l’Inno di Mameli davanti al pubblico giapponese. Avevamo il batti cuore perché è una terra che ci ha donato tante soddisfazioni. Abbiamo vinto l’argento nel concorso generale e oggi volevamo qualcosa in più. Ora ci aspetta un po’ di vacanza e poi torneremo in pedana per preparare e programmare gli impegni futuri. Noi vi promettiamo di volare sempre più in alto, come solo le Farfalle sanno fare!”