In campo e dietro la scrivania: la storia di Ebagua, il calciatore/politico

La storia di Giulio Ebagua, il calciatore è entrato ufficialmente in politica e svolgerà il doppio ruolo

SportFair

E’ ancora un buon calciatore, ma è salito alla ribalta per la nuova vita in politica: stiamo parlando dell’attaccante Giulio Ebagua. Si tratta di un giocatore nigeriano con cittadinanza italiana, gioca per il Città di Varese. Nel corso della carriera è stato protagonista di buone stagioni nel campionato italiano, ha indossato le maglie di Casale, Novara, Pescara, Varese, Torino, Catania, Spezia, Bari, Como, Vicenza, Pro Vercelli, Bisceglie e proprio Città di Varese. All’estero ha tentato l’esperienza con il Baniyas, club degli Emirati Arabi Uniti, l’avventura non è stata però fortunata. Nato in Nigeria, si è trasferito subito in Italia con la famiglia, abitando prima a Roma e poi a Torino e acquisendo la cittadinanza italiana. E’ un attaccante forte fisicamente e bravo nel gioco aereo, può giocare come prima o seconda punta. La sua classica esultanza era quella del toro.

L’episodio con il Varese e la politica

Giulio Ebagua
Foto di Orietta Scardina / Ansa

Nel 2012 un suo gesto ha fatto molto discutere. Dopo le esperienze con Torino e Catania, il calciatore è tornato al Varese ma è stato contestato dai tifosi. Dopo il gol del pareggio contro il Pontisola, l’attaccante è stato insultato dai supporter, ai tifosi non sono andate giù alcune dichiarazioni del calciatore quando indossava la maglia del Torino, Ebagua aveva manifestato la volontà di considerare chiusa l’esperienza con il Varese. Dopo la marcatura l’attaccante ha zittito i tifosi, a quel punto la curva ha tolto gli striscioni e abbandonato lo stadio.

Adesso Ebagua è ufficialmente un politico: è uno dei consiglieri comunali di Varese. E’ stato eletto nella lista del candidato del Partito Democratico Davide Galimberti che ha avuto la meglio del leghista Matteo Bianchi. Ebagua ha deciso di dedicarsi al doppio impegno calciatore/politico e proverà a raggiungere importanti obiettivi, in campo e dietro la scrivania.

Battigol, la nuova vita di Davide Moscardelli: la barba, il tatuaggio per De Rossi ed il sogno (realizzato) di giocare con Totti

Mesut Ozil, dal rapporto con Erdogan alla tentata rapina: è mister assist, ma con più donne che gol