Tredici anni, 9 mesi e 9 giorni: chi è Axel Kei, il baby fenomeno del calcio che ha spazzato via ogni record

Axel Kei è entrato nella storia del mondo del calcio: il record nel match tra i Real Monarchs e e i Colorado Springs Switchbacks

SportFair

L’obiettivo dei dirigenti delle squadre di calcio è quello di scovare giovani calciatori in grado di fare la differenza. Il compito degli osservatori è quello di seguire i giovani giocatori già dalle prime esperienze, dai primi calci al pallone. Nelle ultime ore è salita alla ribalta la storia di Axel Kei, il più giovane di sempre ad esordire nello Sport Usa: tredici anni, 9 mesi e 9 giorni rappresentano un vero e proprio record. Nella notte tra venerdì e sabato è sceso in campo nel match tra i Real Monarchs e e i Colorado Springs Switchbacks, gara valida per la USL Championship, seconda serie Usa. Il calciatore è nato in Costa d’Avorio, ma è a tutti gli effetti un cittadino americano.

Chi è Axel Kei

Axel Kei è sceso in campo al 61′ ed è diventato il più giovane della storia ad esordire in un qualsiasi sport di squadra in Usa. Non era mai successo nemmeno in sport come football americano, baseball, hockey o basket. Confrontando con calciatori come Cristiano Ronaldo e Messi, l’esordio del portoghese si è registrato a 17 anni, quello dell’argentino a 16. Axel Kei si è trasferito da giovane in California. E’ arrivata la chiamata del Real Monarchs che rappresenta la squadra satellite del Real Salt Lake che milita in MLS. La partita si è conclusa con uno scialbo 0-0, ma il match è entrato nella storia per l’esordio di Axel Kei. Un calciatore dal futuro assicurato e che potrebbe realizzare il suo sogno: quello di diventare protagonista nel calcio che conta.