Zverev a caccia del colpaccio agli US Open, il tedesco ironico: “Djokovic o Berrettini? Spero giochino 8 ore”

Zverev se la ride dopo la vittoria su Harris in attesa di scoprire chi sarà il suo rivale nelle semifinali degli US Open: le parole del tedesco

SportFair

E’ andata in scena nella notte italiana la sfida tra Djokovic e Berrettini valida per i quarti di finale degli US Open: a vincere, alla fine, è stato il numero 1 al mondo, che in semifinale dovrà fare i conti con Zverev.

Dopo la partita nella quale ha sconfitto Harris, ancor prima di conoscere il nome del suo avversario, il tedesco ha scherzato divertito sulla sfida che sarebbe andata in scena di lì a poco: “Djokovic o Berrettini? Comunque vada spero giochino otto ore siano stanchi morti, così in finale ci vado io…!“.

Zverev è poi tornato indietro nel tempo di un mese circa, ricordando le emozioni vissute a Tokyo: “vincere l’Olimpiade e battere il numero 1 al mondo in rimonta è davvero speciale. Sento che essere l’unico ad aver battuto Djokovic quest’anno in un torneo importante mi ha dato grande fiducia. Spero di continuare con queste sensazioni positive“.

Quando prepari un match con Nole devi essere al meglio. Devi giocare alla perfezione, devi guadagnartela tu la partita, perché lui non ti concede nulla. Però deve prima battere Matteo, e non è proprio una passeggiata…“, ha aggiunto.

L’anno scorso ho perso dopo essere stato due set avanti, e il pubblico era di circa sei persone. Non di più. Essere a questo torneo con la gente che fa il tifo e partecipa è tutta un’altra cosa, quindi voglio godermi più partite possibili“, ha concluso.