Svolta nel caso Bergamini: rinviata a giudizio per omicidio volontario l’ex fidanzata

L'ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, rinviata a giudizio per omicidio volontario: importante svolta nelle indagini sulla morte del calciatore del Cosenza

SportFair

Importante svolta nel caso Bergamini, il calciatore del Cosenza morto il 18 novembre di 32 anni fa sulla statale 106, vicino al Castello di Roseto Capo Spulico. Il gup di Castrovillari, Fabio Lelio FEsta, ha accolto la richiesta del pm Luca Primicerio, rinviando a giudizio l’ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, con l’accusa di omicidio volontario.

Foto di Francesco Arena / Ansa

Il 25 ottbre si terrà la prima udienza: Isabella Internò è accusata di concorso in omicidio aggravato dalla premeditazione e da motivi futili. La donna non era presente in aula, così come nemmeno la sorella di Bergamini.

Foto di Francesco Arena / Ansa

Durante l’udienza, il legale di Isabella Internò, Angelo Puglise, ha illustrato, in un’arringa di circa tre ore, la tesi della difesa, chiedendo il non luogo a procedere per la propria assistita. La famiglia Bergamini era rappresentata dall’avvocato Fabio Anselmo.