Retroscena Simone Biles, la rivelazione dell’americana: “avrei dovuto smettere prima delle Olimpiadi”

Simone Biles ha rivelato che non avrebbe dovuto nemmeno partecipare alle Olimpiadi di Tokyo, dal momento che aveva pensato di ritirarsi prima dei Giochi

SportFair

Simone Biles non avrebbe dovuto partecipare alle Olimpiadi di Tokyo, la pluricampionessa statunitense di ginnastica aveva deciso di non volare in Giappone chiudendo in anticipo la propria carriera. Colpa dei problemi di salute emersi negli ultimi mesi e del rapporto con Larry Nassar, ex medico della Nazionale che ha perpetrato abusi nei confronti di oltre 500 ginnaste e che è stato condannato a 176 anni di carcere. Intervistata al New York Magazine, Simone Biles ha rivelato: avrei dovuto smettere molto prima delle Olimpiadi di Tokyo 2020, guardando a quello che ho passato negli ultimi sette anni, non avrei mai dovuto fare parte di un’altra squadra olimpica. Avrei dovuto smettere prima di Tokyo, quando Larry Nassar è stato al centro dell’attenzione per due anni. Era troppo. Non gli avrei però mai permesso di prendermi qualcosa per cui ho lavorato da quando avevo sei anni. Non gli avrei permesso di portarmi via quella gioia. I twisties? Quel giorno sono atterrata in piedi per miracolo, se fosse stata un’altra persona sarebbe uscita in barella. Una volta terminato il volteggio sono andata dal mio allenatore e gli ho detto che non potevo continuare”.